Vitamina D: ecco i 9 alimenti che ne contengono di più in assoluto

0
4956

Tonno – Ostriche – Gamberi

4. Il tonno è un buon “contenitore” di vitamina D, con una carne anche molto gustosa quando consumato fresco. Una porzione di 180 g a settimana può essere una buona abitudine alimentare.

5. Le ostriche, a chi piacciono i molluschi dall’intenso sapore di mare, sono povere di calorie e hanno una buona percentuale di vitamina D da cedere al nostro organismo. Una porzione di 100 g di ostriche fornisce circa l’80% del fabbisogno giornaliero di vitamina D.

6. I gamberi, a differenza di altri animali e molluschi acquatici che abbiamo visto, sono poveri di grassi pur mantenendo un alto livello di vitamina D. Unica controindicazione: i gamberi hanno anche un discreto livello di colesterolo a cui porre attenzione.