Avocado: proprietà benefiche e 7 idee per usarlo in cucina

0
6728
Avocado

Contrasta il colesterolo ed è ricco di antiossidanti, previene le malattie di Alzheimer, argina la depressione e ha poteri antinfiammatori. Insomma, è un vero toccasana ed è citato dalle fonti più autorevoli in fatto di salute e benessere, tra gli alimenti più raccomandati, quasi al pari della vecchia mela giornaliera. In più è buono, versatile, polposo, esotico, ed estivo.
Ecco a voi l’avocado: scopriamo quindi perché fa bene mangiarlo e le ultime tendenze su come portarlo in tavola.

L’avocado è uno di quei frutti (più propriamente una bacca!) che, nel corso degli anni, ha trovato la sua strada in cucina e nel settore beauty diventando richiestissimo e utilizzato per risolvere diverse problematiche. Infatti l’avocado presenta parecchi benefici e la sua versatilità lo rende adatto a tanti usi.

Caratteristiche dell’avocado

L’avocado è uno dei prodotti naturali più nutrienti in assoluto, si caratterizza per essere un frutto pieno di acidi oleici (acidi grassi monoinsaturi = buoni) e proteine ma a basso contenuto di carboidrati. Inoltre sono l’acqua e le fibre insolubili, quelle cioè che aiutano a regolare la flora batterica, a renderlo particolarmente appetibile e interessante. Nell’avocado è presente un quantitativo di potassio superiore a quello presente nelle banane e senza la presenza di zuccheri.
L’avocado ha molte proprietà energetiche e fornisce 231 calorie circa per ogni 100 grammi di polpa. Non si tratta, quindi, di un alimento che si può definire “light”; al contempo, però, è estremamente sano, poiché è un’ottima fonte di grassi “buoni”.

avocado come utilizzarlo

Come utilizzare l’avocado in cucina, 7 idee

  1. La polpa dell’avocado può essere gustata cruda nelle preparazioni salate, come insalate, gazpacho o salse per verdure ecc.
  2. Per la sua consistenza, può essere un ottimo ingrediente per dare cremosità a smoothie e frullati, dato che il suo gusto non copre il sapore degli altri ingredienti, e permette anche di preparare zuppe e vellutate.
  3. Con due avocadi maturi, un po’ di brodo vegetale, succo di limone, olio d’oliva e coriandolo si può preparare una vellutata decisamente originale per 2 persone (in alcuni paesi si usa anche aggiungere latte di cocco e peperoncino).
  4. Questo frutto si lega benissimo anche con la carne, quindi è perfetto per gli hamburger tradizionali: lo si può aggiungere alla carne, oppure servirlo a fettine, crudo e spruzzato con succo di limone, come contorno all’hamburger.
  5. Nel caso in cui l’avocado sia un po’ duro, lo si può fare “ripieno”, come le zucchine, utilizzando farce vegetali o con pesce, ideali per l’estate. Per esempio, lo si può farcire con salmone crudo abbattuto in freezer per 2 giorni, tagliato a dadini e mescolato a piccoli tocchetti di peperone, succo di lime e qualche spezia.
  6. L’avocado trova impiego anche nella preparazione di macedonie di frutta e nella farcia di panini e toast (però il pane deve essere già tostato).
  7. Provalo al posto del burro, grazie al suo elevato contenuto in grassi, al suo sapore delicato e alla sua consistenza cremosa, l’avocado è un’ottima soluzione vegana per sostituire il burro in torte, biscotti, creme e dolci in genere. Basta semplicemente ridurre la polpa in crema e usarne la stessa quantità consigliata per il burro tradizionale.
CONDIVIDI
Articolo precedenteComposta di mele “fai da te”
Articolo successivoRiso rosso, più salutare e saporito di quello bianco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here