Bufale sull’alimentazione: le 10 più frequenti a cui non credere

0
1905
Bufale sull'alimentazione: le 10 più frequenti a cui non credere

E’ facile, di questi tempi, prendere lucciole per lanterne, credere ad una fake-news, ma su alimentazione e salute non possiamo permetterci di usare la stessa leggerezza che useremmo per una notizia di gossip. Per salvaguardare noi cittadini l’Istituto Superiore di Sanità pubblica le principali notizie false a cui non credere.

fake news sull'alimentazione

1. I carboidrati non vanno consumati a cena perché fanno ingrassare

È falso! Si tratta di una errata convinzione: non conta infatti in che momento della giornata si mangino carboidrati, ma piuttosto quanti se ne introducono quotidianamente e di quante calorie totali si compone la nostra dieta.

2. Mangiare cibi senza glutine è più salutare

In assenza di patologie che giustifichino l’eliminazione dalla dieta di cibi contenenti glutine, è consigliabile consumare tali cibi per non privarsi dei nutrienti in essi contenuti.

3. Tutto il pesce è pieno di mercurio

Il rischio di riscontrare livelli di mercurio tali da costituire un pericolo per l’organismo esiste solo per alcune specie di pesce e per alcune categorie di consumatori (1). In Italia, comunque, l’importazione ed il commercio di prodotti di origine animale sono sottoposti a rigidi controlli

alimentazione sana: carboidrati non fanno ingrassare

4. La pasta fa sempre ingrassare, l’ananas fa dimagrire

Non esistono alimenti buoni né cattivi: tutti gli alimenti vanno inseriti, nelle giuste proporzioni, nell’ambito di una dieta sana e varia.

5. In Italia gli alimenti non sono controllati

I controlli alimentari, in Italia, sono efficaci e lo confermano anche i rapporti della Commissione Europea. Tali controlli sono applicati in ogni fase della produzione, lavorazione, importazione e distribuzione di alimenti.

6. I prodotti del contadino sono più sicuri e genuini degli altri

I controlli che vengono effettuati lungo tutta la filiera alimentare, dai campi alla tavola, garantiscono che i prodotti commercializzati negli esercizi autorizzati alla vendita siano sicuri per la salute.

7. Barrette energetiche per sostituire un pasto

Nessun prodotto dovrebbe sostituire, se non per periodi limitati e all’interno di un regime dietetico ipocalorico controllato, un pasto completo. Il mix di vitamine e micronutrienti presenti nei pasti sostitutivi non riproduce sulla salute tutti gli effetti di una dieta sana e bilanciata. Ecco comunque come realizzare a casa delle barrette energetiche fai da te.

8. Lo zucchero di canna è migliore di quello bianco

Nessuno studio scientifico ha mai provato che lo zucchero di canna apporti maggiori benefici rispetto allo zucchero bianco. Entrambi i tipi di zucchero contengono, infatti, esattamente la stessa molecola, il saccarosio, per cui sono equivalenti. Da provare invece a sostituire lo zucchero bianco con zucchero muscovado o miele.

9. Per dimagrire basta saltare i pasti

Saltare i pasti per dimagrire è un metodo che non funziona e non fa bene alla salute.

10. I cibi grassi e il latte fanno bene allo stomaco

Un’altra bufala che gira sul web è che i cibi grassi siano un toccasana per la gastrite perché “foderano” lo stomaco. Per i medici sono invece da sconsigliare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here