Farina di semi di Lino: eccellenti proprietà da sfruttare in ricette dolci e salate

0
1193
Farina di semi di Lino: eccellenti proprietà da sfruttare in ricette dolci e salate

I semi di lino sono eccezionali per la salute dell’intestino e del cuore in quanto sono ricchissimi di Omega 3, i noti “grassi buoni” presenti anche nel pesce azzurro, e che fanno molto bene anche alla pelle e ai capelli.

I semi di lino possono essere mangiati interi, in aggiunta a insalate, minestre o yogurt, oppure grattugiati, tostati, in forma di olio, o di farina. Quest’ultima non è forse molto utilizzata ma invece conserva moltissime proprietà del seme oleoso e si adatta in maniera eccellente a ricette sia dolci che salate.

Vediamo nel proseguo dell’articolo perché la farina di semi di lino è così buona e poi la “metteremo alla prova” sperimentandola in alcune ricette.

Farina di semi di Lino: proprietà benefiche

farina di semi di lino proprietà benefiche

La farina di semi di lino è facile da preparare anche in casa; basta infatti un semplice minipimer per triturare finemente i semi e ottenere così una farina giallastra abbastanza grezza e leggermente untuosa, pronta da usare.

La farina così ottenuta conserva le proprietà benefiche dei semi interi in quanto non disperde i suoi principali costituenti, tra cui ricordiamo: acidi grassi Omega 3, vitamine del gruppo B, lignani, fibre, fosforo e magnesio.

Abbiamo messo per primi gli Omega 3 e non è un caso: i semi di lino (e dunque la farina che da essi si ottiene) sono la principale fonte vegetale al mondo di “grassi buoni”.
Ma vediamo più in generale quali sono le migliori proprietà del lino:
– sono lassativi e depurativi per l’intestino;
– sono utili per accrescere il livello di colesterolo buono nel sangue;
– rafforzano il sistema immunitario;
– aiutano chi soffre di osteoporosi e ipertensione;
– infine hanno anche riconosciute proprietà protettive nei confronti di malattie cardiovascolari e di alcuni tumori (come quelli alla prostata, colon e seno), grazie al contenuto di lignani e acidi grassi Omega-3.

Come si nota, le proprietà benefiche della farina di semi di lino sono moltissime e dunque, per non sprecarle, vediamo come poterla utilizzare in ricette varie, sia dolci che salate, in modo da avere un’ampia gamma di preparati che ci assicuri varietà e gusti nuovi.

Farina di Semi di Lino: ricette salate

Pane con farina di semi di lino

Ingredienti:

250 g farina 00
150 g di farina integrale
100 g farina di semi di lino
50 g di farina manitoba
100 gr noci sgusciate
un cucchiaino di zucchero
un cucchiaio di sale
una bustine di lievito di birra disidratato
250 millilitri di acqua

Procedimento:

In una ciotola, unite le farine, il sale e le noci tritate in modo grossolano. A parte, sciogliete il lievito e lo zucchero nell’acqua e aspettate una decina di minuti prima di aggiungere lentamente la miscela alle farine.
Mentre aggiungete acqua all’impasto, lavoratelo con le mani fino a creare una palla omogenea che non si attacchi alle mani. Lasciate lievitare l’impasto per almeno due ore, poi cuocetelo in forno preriscaldato a 180°C per circa mezz’ora.

Pizza con farina di semi di Lino

Ingredienti per la base:

1 cucchiaio di Farina di Semi di Lino
1 zucchina
1 cipolla
Origano
sale
olio

Ingredienti per il condimento:

pomodorini
rucola
origano

Preparazione:

Inizia a preparare la base con la Farina di Semi di Lino e aggiungi poi la zucchina e la cipolla e frulla tutto per bene. Aggiungi un po’ di aromi, di olio e sale e poi inizia a lavorare il composto con le mani fino a quando non diventa un composto omogeneo.
Una volta pronto stendi il composto nell’essiccatore e mantieni uno spessore di massimo 2 cm. Lascia in essiccazione per cinque ore e nel frattempo prepararti il condimento della pizza.
Taglia a cubetti il pomodoro e condisci con sale, olio e origano. Fai la stessa cosa con la rucola, a pezzi non troppo grande. Poi pensa al formaggio.
A fine essiccazione, quando la base ti sembrerà pronta, potrai condire la tua pizza con rucola, pomodorini e formaggio crudo. Mi raccomando: condisci quando sei pronto per servirla, altrimenti il succo dei pomodori, se è troppo, ammorbidisce la base e poi non è più buona.

Farina di Semi di Lino: ricette dolci

Crostata vegan con farina di lino

Ingredienti:

250 g di farina 00
150 g di farina integrale
150 g zucchero di canna integrale
40 g di olio di semi di girasole
cannella in polvere
un cucchiaino di bicarbonato di sodio
un vasetto di marmellata
un cucchiaio di farina di semi di lino

Preparazione:

Mescolate la farina di semi di lino all’acqua e lasciate riposare per una decina di minuti. Nel frattempo, in una ciotola, mescolate tra loro tutti gli ingredienti secchi. Aggiungete l’olio, il sostituto dell’uovo e lavorate l’impasto con le mani fino a ottenere un composto liscio. Lasciate riposare l’impasto in frigorifero per un’ora, avvolto nella pellicola.
Prima di stendere l’impasto, mettetene da parte una piccola quantità che vi servirà per le decorazioni della crostata: create un disco e disponetelo in una teglia oliata, del diametro di 28 centimetri. Aggiungete infine la marmellata e le decorazioni, poi cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa trenta minuti.

Muffin con farina di semi di lino

Ingredienti:

1 tazza e ¾ di farina integrale di frumento
¼ di tazza di farina di semi di lino
1 cucchiaino 2 mezzo di bicarbonato di sodio
½ cucchiaino di polvere di cannella
¼ di cucchiaino di sale
1 cucchiaio di aceto di mele
¼ di tazza di olio vegetale
½ tazza di sciroppo d’acero
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
2 cucchiaini di scorza d’arancia
1 tazza e 1/3 di mirtilli

Preparazione:

Preriscaldare il forno a 190 gradi per 15 minuti. Oliare dei pirottini di carta in modo che i muffin non si attacchino.
In una ciotola, mescolare il latte di mandorle e l’aceto di mele e mettere da parte. In un’altra ciotola più capiente amalgamare le farine, il bicarbonato di sodio, la cannella e il sale. Al composto di latte e aceto unire lo sciroppo d’acero, l’olio vegetale, la vaniglia e la scorza d’arancia. Amalgamare bene gli ingredienti con una spatola di plastica, quindi aggiungere anche i mirtilli.
Porzionare la pastella ottenuta nei pirottini precedentemente preparati., versando all’incirca 3 cucchiai in ogni contenitore. Cuocere i muffin per circa 15-20 minuti o comunque finché non saranno ben dorati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here