Semi di papavero per un pieno di omega 6 e vitamine

0
2578
Semi di papavero per un pieno di omega 6 e vitamine

Intanto sgombriamo il campo da false notizie: i semi di papavero che vengono utilizzati ad uso culinario sono i semi di due piante in particolare: il Papaver nigrum ed il Papaver setigerum. A differenza di altri tipi di papavero da cui si ricavano sostanze stupefacenti, come ad esempio il Papaver somniferum, queste due piante non contengono sostanze stupefacenti. Quindi possiamo utilizzare i semi in cucina senza farci alcun problema.

Semi di papavero

I semi di papavero hanno contribuito al sostentamento delle popolazioni che ne facevano uso, in particolar modo gli antichi Romani. Non producevano olio, quindi li consumavano interi: crudi venivano mescolati al miele come condimento, oppure venivano tostati e utilizzati nei dolci. Al contrario, i Galli utilizzavano l’olio di semi di papavero e lo diffusero successivamente a tutta l’Europa centrale.

Perché i semi di papavero fanno bene

Come tutti i semi oleosi, anche quelli di papavero, contengono acidi grassi polinsaturi, soprattutto omega 6, fondamentali per il benessere dell’organismo. Inoltre, sono ricchi di vitamine del gruppo B (soprattutto B1) e vitamina E, ma anche vitamina C.
I semi di papavero contengono anche vari sali minerali, soprattutto calcio e manganese, ma anche potassio, ferro, rame, selenio, fosforo, magnesio e sodio in minima quantità.

Dolce con semi di papavero

Semi di papavero, come usarli in cucina

I semi di papavero sono utilizzati principalmente a scopo culinario. Possono essere uniti negli impasti di prodotti da forno, come pane, grissini, salatini, biscotti, ciambelle e torte. Oppure aggiunti a dolci particolari, dove sono abbinati agli agrumi (soprattutto arancia e limone).
In generale, i semi di papavero possono essere usati per insaporire le pietanze, sulle verdure stufate a fine cottura, nei tortini al forno, per insaporire e dare un tocco a risotti e pasta, nelle zuppe, ma anche come panatura di carni bianche o filetti di pesce pregiato.
Nelle insalate o nello yogurt, si prestano a interpretazioni gastronomiche fantasiose. I semi di papavero sono molto delicati e deperiscono facilmente. Si possono utilizzare anche mescolati al burro sciolto in padella per condire un piatto di tagliatelle all’uovo, come prevede una ricetta friulana.