Da Bali arriva l’idea delle buste di YUCA per fermare l’invasione della plastica

0
150

Una dita a Bali Propone al mondo le buste di yuca, di fronte alla “epidemia globale” della plastica monouso

Cannucce e buste a base di amido di “yuca”(Manioca, Manihot esculenta), a contatto con l’acqua si sciolgono in  pochi minuti e si possono pure ingerire.

Sono la principale arma con la quale  la dita Balinese Niewana Alam Hijau (Avani) ha deciso combattere la “epidemia globale” della plastica monouso.

Nata  da un’idea del Biologo Indonesiano Kevin Kumala  la proposta per sostituire le buste monouso sta diventando virale.

Non è da poco, guardando il video si può vedere cosa sucede quando il prodotto proposto biodegradabile entra in contatto con l’acqua, incredibile.

https://youtu.be/eM20C1lJxnI

Le buste create e commercializzate da Avani non sono solo abbastanza resistenti per competere con quelle di plastica, si sciolgono nel acqua e possono dopo sciolte essere ingerite cioè,  un bicchiere diventa una bevanda dissetante.

É possibile per la materia prima utilizzata, la “yuca” una radice molto nutritiva abbondante e di facile coltivazione presente in tutte le zone Equatoriali, e sopratutto non provoca danni all’ ambiente.

Questa proposta rappresenta una validissima alternativa alla plastica monouso. La plastica normalmente impiega più di 300 anni a dissolversi nell’ambiente. Inoltre s’impiegano più di un miliardo e mezzo di oggetti di plastica monouso l’anno con un impatto terribile sull’ambiente.

La proposta di Avani rappresenta il rimpiazzo perfetto per mitigare questa orribile epidemia mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here