Come curare le orchidee in casa per fioriture spettacolari

0
10223
Come curare le orchidee in casa per fioriture spettacolari

L’orchidea è una pianta molto elegante e, sembrerebbe, anche duratura; ma basta portarla nelle nostre case che comincia subito a perdere i fiori. Eppure, dicono gli esperti, non serve avere il pollice verde, non serve essere esperti in materia, per ricavare fioriture copiose e spettacolari.

Curare le orchidee in casa può sembrare impegnativo, ma seguendo alcuni piccoli accorgimenti fai da te, potremmo rimanere sorpresi dalla facilità con cui queste incredibili piante possono ricompensarci con splendide e abbondanti fioriture.

come curare le orchidee in casa

Come curare le orchidee

Attenzione al tipo di esposizione

Il luogo ideale per posizionare un’orchidea è vicino a una finestra in una stanza che riceva sempre luce. Non lasciatela però per troppo tempo esposta direttamente alla luce e al caldo dei raggi solari, e assicuratevi che in inverno la stanza sia abbastanza luminosa. Un’idea potrebbe essere, dunque, quella di cambiare stanza in base alla stagione e al tipo di luce e temperatura.

Ambiente umido

Alle orchidee piace un ambiente un terreno umidi e quindi una buona idea può essere quella di nebulizzare un po’ di acqua ogni tanto alla base delle piante, avendo attenzione a non bagnare mai i fiori e le foglie. Evitate assolutamente di posizionare le vostre orchidee in cucine o camere da letto.

orchidee in casa

Come annaffiare le orchidee

Il segreto della salute delle orchidee che teniamo in casa è tutto nell’innaffiatura. L’acqua deve essere a temperatura ambiente. Immergete l’orchidea nell’acqua avendo cura di non bagnare le foglie. Immergete le radici nell’acqua per qualche minuto in modo che possono assorbirla. Dopo averla fatta sgocciolare rimettetela nel vaso.
In media bisogna eseguire questo procedimento una volta a settimana o ogni dieci giorni.

Le orchidee vanno annaffiate abbondantemente nel periodo vegetativo (primavera / estate), ma tra un’annaffiatura e l’altra bisogna dare il tempo alla pianta di asciugarsi “quasi completamente”.

Esistono un paio di trucchi per capire se è il momento di bagnare l’orchidea:

  1. soppesare il vaso: se lo sentite leggero allora è il momento di bagnare altrimenti si rimanda ancora di qualche giorno;
  2. osservare il colore delle radici: se si presentano di un colore verde argento si bagna, se sono di colore verde scuro si rimanda di qualche giorno.

E se siete amanti delle piante, e le avete anche in ufficio, vi consigliamo la lettura del seguente articolo: Piante da ufficio: quali scegliere per il nostro benessere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here