Ecco come il consumo di zucca contrasta la disfunzione sessuale

0
540

La zucca è uno degli alimenti con meno calorie e ricca di nutrimenti presenti in natura, si pensa sia originaria del sud America ma in realtà le sue origini sono incerte, pur essendo stati rinvenuti alcuni semi risalenti circa al 6000 a.C. in territorio messicano. Il suo utilizzo in cucina è ormai diffuso ovunque e già conosciuti sono i suoi effetti calmanti e diuretici, inoltre, la sua polpa viene utilizzata per molteplici fini, tra i più comuni senz’altro spicca la sua straordinaria capacità di alleviare infiammazioni in genere, tuttavia, è invece poco nota la sua capacità di agire contro la disfunzione sessuale.

Ebbene si, questo grande ortaggio, dal gusto unico e dalla cultura millenaria, è in effetti molto utile per chi soffre di tali problemi, nello specifico il merito va ai suoi semi, il cui consumo “favorisce un aumento dei livelli di estrogeni e testosterone a livello del pavimento pelvico e dello sfintere uretrale. Ciò agisce rafforzando la muscolatura e migliorando l’integrità dell’uretra” come riporta il sito blogs.funiber.it. Inoltre, i semi di zucca contengono una grossa quantità di micronutrienti, ovvero sostanze nutritive indispensabili per l’essere umano e che il nostro organismo non riesce a produrre da se, come vitamine E e D, minerali come lo zinco (utile per la salute della prostata), fosforo e ferro. 

La zucca contiene inoltre betasteroli, sostanze molto similari agli ormoni cosiddetti androgeni ed estrogeni, comuni sia all’uomo che alla donna, il cui compito è quello di regolare la maturazione sessuale e consentire la fecondazione o la gravidanza; i betasteroli, per tanto, si rivelano utili per “migliorare i sintomi dell’ipertrofia prostatica, effetto che sembra legato in parte alla capacità di inibire la conversione del testosterone in diidrotestosterone” come suggerisce il sito my-personaltrainer.it. Il diidrotestosterone è una sostanza derivata dal testosterone (ormone tipicamente maschile) il cui ruolo è fondamentale nello sviluppo dei genitali e un suo deficit può, in effetti, esser causa di disfunzione sessuale. 

Integrare la zucca, meglio ancora i suoi semi, nella propria dieta, è quindi utile per contrastare o prevenire l’insorgere di questi problemi; si possono mangiare tranquillamente crudi, interi e anche con il guscio ma li si può anche arrostire o aggiungere ad insalate o sopra ad una vellutata di verdure, insomma, ci si può davvero sbizzarrire e il loro costo è davvero irrisorio, per tanto, lo si può considerare come un rimedio naturale dall’alto coefficiente di efficienza e alla portata di chiunque. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcco dei prodotti naturali per la bellezza delle ciglia
Articolo successivoSmetti di fumare grazie a questi pratici consigli e rimedi naturali