Pelle che sembra porcellana: via rughe e macchie con questo

0
10262

Per chi non lo sapesse, la nostra pelle è perennemente in continuo ‘mutamento’ e una singola persona può arrivare a produrre fino a ben 100 chili di cellule cutanee durante la sua vita. Proprio per questo motivo si rivela essenziale, se non di vitale importanza, garantire costantemente il corretto apporto di sostanze nutrienti alla propria pelle, sopratutto tramite l’alimentazione. A tal proposito, in pochi effettivamente sanno che sopratutto le vitamine, in particolare la vitamina E, svolgono un ruolo fondamentale per la salute della pelle e difatti, nei casi in cui non è possibile garantire al proprio organismo la giusta dose di queste, è ancora più importante trovare un metodo alternativo per farlo. Ecco perché in questo articolo abbiamo deciso di parlarvi della vitamina E e di come la si può utilizzare direttamente sulla propria pelle per mantenerla perfetta ed idratata. 

Come suggerisce il sito rimedio-naturale.it, “disponibile sotto forma di capsule, la vitamina E viene usata perlopiù come integratore alimentare. Questa vitamina ha proprietà antiossidanti, ringiovanenti e cicatrizzanti, capaci di neutralizzare gli effetti dannosi dei radicali liberi e dei raggi del sole, prevenendo l’invecchiamento”. Tutto ciò che occorrerà fare per utilizzare la vitamina E contro le rughe macchie della pelle sarà quindi tagliarne una capsula (facilmente reperibile nelle farmacie, erboristerie e migliori supermercati) aiutandosi con un coltello o un taglierino sterilizzato, per poi applicarne il contenuto direttamente sulla pelle del viso e in particolar modo sulle linee di espressione. Questo andrà fatto la sera, prima di andare a dormire, lasciando agire il composto grasso contenuto nelle capsule di vitamina E per almeno 30 minuti, prima di risciacquare via il tutto. 

Oppure, in alternativa, “trattandosi di una vitamina liposolubile, la vitamina E va aggiunta a sostanze oleose: possiamo quindi unire la vitamina E a un olio da massaggio per prevenirne l’ossidazione e per combattere l’invecchiamento cutaneo. È consigliato aggiungere la vitamina E soprattutto agli oli sensibili all’irrancidimento, come l’olio di rosa mosqueta e l’olio di mandorle dolci” come riporta invece il sito cure-naturali.it. Cosi facendo, l’azione antiossidante, antinfiammatoria e lenitiva della vitamina E, farà si che la propria pelle possa apparire fin da subito più idratata, elastica e forte, esattamente come fosse fatta di porcellana: provare per credere!