Verruche, ecco come eliminarle con rimedi naturali

0
2004

La verruca, più nota come ‘porro’, non è altro che una neoformazione cutanea causata da un’infezione del papillomavirus umano. Sono lesioni che non comportano particolari conseguenze se non molto fastidio, inoltre, seppur ad oggi esistono cure e farmaci specifici per la rimozioni di esse, liberarsene non è cosi facile, difatti, tendono spesso ad essere recidive. Nella forma sono delle semplici escrescenze (dure al tatto) che possono essere di dimensioni più o meno ridotte e possono estendersi in varie parti del corpo; a tal proposito, le verruche si diffondono per contagio, quindi tramite contatto superficiale e nella maggior parte dei casi in luoghi caldi ed umidi, ove per l’appunto il virus riesce a sopravvivere e proliferare. Detto ciò, per contrastarle ed eliminarle, sopratutto quando la verruca è ancora nel suo stadio iniziale, è bene sapere che esistono alcuni rimedi naturali che si rivelano molto efficaci se usati con costanza. 

Innanzitutto, è bene premettere che la prevenzione è da sempre la miglior cura, quindi è fondamentale ai fini di evitare il contagio di verruche: non camminare scalzi in zone molto umide, come ad esempio saune, palestre o piscine e far utilizzo solo ed esclusivamente di indumenti di proprietà, quindi evitando di indossare magari ciabatte e/o asciugamani di altre persone (anche se pulite). Detto ciò, uno dei prodotti naturali, le cui proprietà antibatteriche ed antisettiche si rivelano molto utili per eliminare le verruche, è l’aglio. “Questo tubero è un potente antivirale sia assunto per bocca ma ancora meglio, nel caso delle verruche, messo direttamente sotto il piede. Si può utilizzare una fettina sottile di aglio tagliuzzata oppure un macerato di aglio. L’applicazione va fatta ogni giorno fino a che la verruca non diventa nera e inizia a sfaldarsi” come riportato su viversano.net

Un altro prodotto naturale che si ha in casa e che può senz’altro tornare utile per eliminare le verruche è l’aceto di mele. Nello specifico, l’aceto contiene al suo interno un principio attivo noto come ‘acido acetico’, ovvero un potente antivirale che può contrastare il virus che causa la comparsa delle verruche. Anch’esso, esattamente come l’aglio, va applicato direttamente sulle zone colpite, possibilmente tramite impacco e lasciandolo agire per tutta la notte, ricoprendolo con una garza. In alternativa all’aceto, una miscela composta da bicarbonato di sodio e acqua calda può rivelarsi come un ottimo rimedio; a tal proposito, tutto ciò che occorrerà fare sarà procedere con un pediluvio in tale soluzione e più dettagliatamente in una bacinella contenente dell’acqua non troppo calda e 2 cucchiai di bicarbonato. 

In fine, quello che in pochi sanno e che in molti probabilmente ignorano, è che l’uso del tasto adesivo per eliminare le verruche è stato accertato da uno studio condotto negli USA, tramite un’esperimento condotto su 60 pazienti, i quali poi, ben l’85% di loro hanno avuto una guarigione completa. Come suggerisce il sito mr-loto.it, “prendete un piccolo pezzetto di nastro adesivo e con questo coprite interamente la verruca che volete eliminare. L’obiettivo è quello di isolare la verruca solamente. L’ideale sarebbe quindi ricoprire la verruca con un piccolo pezzo di nastro e poi avvolgere il tutto con un cerotto. In questo modo si fissa bene il nastro sulla verruca e si permette alla pelle del dito si prendere un po’ d’aria. Quando sono trascorsi 3giorni si toglie il nastro adesivo e si immerge il dito (o la mano) per qualche minuto in acqua calda. In seguito ci si asciuga e con una pietra pomice e si raschia via la pelle morta sulla verruca. Durante la notte la verruca va poi lasciata scoperta fino al mattino seguente in cui si applicherò di nuovo il nastro adesivo. Ripetere il trattamento fino a guarigione completa”.