Gli alimenti che fanno bene al fegato: ecco quali sono

0
1206

La buona salute del proprio fegato è fondamentale ai fini di una perfetta funzione dell’intero organismo, ed è proprio per questo motivo che bisogna prendersene cura sempre, anche a tavola. A tal proposito, è risaputo come una sana alimentazione possa rivelarsi come un’arma vincente in svariate situazioni, anche per la salute del proprio fegato per l’appunto, perciò, è importante imparare a conoscere quali siano gli alimenti benefici per questo straordinario organo e quali invece non lo sono affatto. Per chi non lo sapesse, il fegato è la ghiandola più grossa del corpo umano ed è direttamente collegata all’apparto digerente, quindi, prendete carta, penna e iniziate ad appuntarvi questi alimenti dalle portentose proprietà utili per avere un fegato pulito e sano. 

Per cominciare, contro ogni aspettativa o pregiudizio comune, è cosa poco nota, in effetti, che bere due o tre tazzine di caffè al giorno fa bene al fegato. Come suggerisce il sito dersutmagazine.it, “secondo uno studio recentemente pubblicato dalla rivista medica Alimentary Pharmacology and Therapeutics il caffè risulterebbe essere un ottimo protettore contro la cirrosi epatica. Dopo aver analizzato un vasto campione di casi, gli scienziati dell’Università di Southampton in Inghilterra hanno rilevato gli effetti positivi della bevanda, che sembra essere in grado di ridurre del 44% il rischio di sviluppare la cirrosi del fegato”. Di questa straordinaria notizia ne saranno lieti gli amanti del caffè in particolare, tuttavia, è sempre consigliato non eccedere con le dosi di caffeina, ai fini di non incorrere in problemi di insonnia o problemi gastrointestinali. 

Tra gli alimenti di origine vegetale che fanno bene alla salute del fegato, invece, gli asparagi senza ombra di dubbio vantano ottime proprietà nutrizionali e benefiche. Oltre ad essere ricchi di fibre e fonte di potassio, vitamina C e vitamine del gruppo B, difatti, gli asparagi contengono anche il glutatione, ovvero una molecola dalle forti proprietà antiossidanti che protegge le cellule del fegato dai potenziali danni provocati dai radicali liberi. Anche altre verdure, come la verza, i broccoli o i cavoletti, contengono al loro interno isotiocinati e indoli, cioè sostanze che aiutano il fegato a depurarsi, favorendo l’attività di alcuni enzimi epatici deputati alla disintossicazione. 

In fine, come riportato su viversano.net, “Il pesce azzurro (alici, sgombro, pesce spatola, palamita ecc…) è la migliore fonte alimentare di grassi polinsaturi omega 3, importanti per gli effetti benefici sul metabolismo e l’infiammazione. Questi grassi hanno un effetto positivo anche sulla salute del fegato perché possono regolare positivamente il metabolismo dei lipidi epatici e hanno un’azione antinfiammatoria che protegge gli epatociti”. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcco come far durare più a lungo gli effetti della ceretta
Articolo successivoLe cose da non fare (mai) durante il ciclo mestruale