Alluce valgo: cause, sintomi e rimedi naturali

0
530

Con il termine alluce valgo, in ortopedia, si intende una deformazione anomala dell’alluce del piede per l’appunto, nello specifico di una sporgenza laterale del primo osso metatarsale. Tale deformazione comporta dolori locali molto intensi, essendo, la protuberanza formatasi, soggetta a sfregamenti continui tutto il giorno con le calzature indossate. Tutti possono essere affetti da tale disturbo ma solitamente sono le donne ad esserne più predisposte, specialmente in età adulta, mentre per quanto riguarda le cause, a meno che in età infantile non siano già presenti altre alterazioni del piede, quindi si è maggiormente predisposti ad avere l’alluce valgo, la causa più comune è dovuta proprio al fatto che spesso si indossano modelli di scarpe non adatte alla forma dei nostri piedi e che spesso costringono i nostri alluci ad adattarsi a posizioni per nulla naturali. 

Oltre a comportare forti dolori come detto in precedenza, l’alluce valgo può causare vere e proprie lesioni ossee, lacerazioni e in genere callosità, divenendo, col tempo, una vera e propria sindrome postulare. La chirurgia ad oggi è l’unico rimedio per correggere questa deformazione, tuttavia, nel caso in cui la gravità di quest’ultima fosse moderata rispetto al peggiore dei casi, la si può correggere tramite trattamenti fisioterapici o con l’ausilio di plantari appositi, da inserire nelle nostre calzature; ad ogni modo, esistono alcuni rimedi naturali, mirati per alleviare i fastidi da alluce valgo, che prevedono l’assunzione di specifici alimenti, idonei a ridurre l’infiammazione cronica tipica del caso ma che devono comunque esser parte di un processo che integri, soprattutto, esercizi fisici appositi ed altre buone abitudini. 

Per prima cosa, “un bravo fisioterapista potrà consigliare degli esercizi adatti per fermare lo spostamento dell’alluce, migliorare la flessibilità, aumentare i muscoli del piede, garantendo un migliore sostegno” come consiglia il sito gruppomacro.com, inoltre, anche l’idroterapia sembrerebbe un efficace rimedio fine ad attenuare i dolori, difatti, un pediluvio con acqua calda e sale, non solo ammorbidirà la pelle facilitando poi la rimozione di eventuali strati callosi, ma con l’aggiunta di alcune gocce di olii essenziali alla lavanda o camomilla, si rivelerà un potente antinfiammatorio, utile a ridurre gonfiore e dolore. 

Un altra buona abitudine, pare sia quella di camminare scalzi, infatti “camminare a piedi nudi aiuta a rafforzare i muscoli del piede e delle sua dita, che di solito a causa delle scarpe rimangono quasi immobili” come riporta il sito greenme.it. In fine, il consumo di alimenti con proprietà antinfiammatorie potrà senz’altro rivelarsi utile per dare sollievo ai nostri piedi, nello specifico alcune spezie come la curcuma o la liquirizia sono particolarmente indicate, essendo queste munite di principi attivi volti per l’appunto ad un azione antinfiammatoria ed analgesica. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl trucchetto casalingo per un bucato perfetto e non solo
Articolo successivoEcco dei semplici ed ecologici metodi per pulire i tappeti di casa