Germi e batteri, le abitudini e i gesti quotidiani in cui si nascondono

0
700

Ognuno di noi vive la propria vita ogni giorno, compiendo gesti e mantenendo abitudini (più o meno comuni) che all’apparenza sembrano innocue. Proprio cosi, ‘sembrano’, perché in realtà, da quando ci si sveglia la mattina fino a quando si va a dormire la sera, sono numerosissimi i germi e microbi in cui ci  si imbatte senza nemmeno saperlo. A tal proposito, proprio come il nostro intestino, anche le nostre mani possono esser considerate un microbioma, cioè un ecosistema popolato da svariati organismi con la quale entriamo in contatto quando tocchiamo oggetti o altre persone. Questi batteri possono avere un impatto sulla salute umana e si rivela, perciò, fondamentale imparare a conoscere quali sono le regole da mantenere ai fini di preservare il proprio benessere. 

Ad esempio, come suggerisce il sito ok-salute.it, “molte persone, appena sveglie, si stropicciano gli occhi con le mani. Questa, però, non è un’abitudine così corretta. Secondo uno studio, il 18% della biancheria è contaminato da ceppi di Stafilococco aureo, un batterio che può provocare diverse patologie. Per questo motivo, è alto il rischio che le nostre mani, dopo una notte passata tra le lenzuola, abbiano una carica batterica alta. Il consiglio: evita di stropicciarti gli occhi e passa direttamente al lavaggio del viso”. Inoltre, è prassi per molte persone prendere mezzi pubblici al mattino per dirigersi in ufficio ed è proprio su di essi che si annidano moltissimi germi; a tal proposito, è consigliato evitare di appoggiarsi a sostegni o sedili e di lavarsi le mani appena possibile. 

Ancora, quante persone lavorano con computer, tablet o smartphone e proprio per questo è abitudine per loro trascorrerci molto tempo a contatto? Moltissime, in effetti. Bene, allora sappiate che secondo quanto emerge da uno studio americano, questi oggetti sono un vero e proprio focolaio di batteri, i quali possono risultare addirittura dannosi per l’uomo. Inquietante vero? Sopratutto se si considera che alcuni di questi li si tiene a pochi centimetri dalla propria bocca. Ma non è tutto, perché se l’idea di non essere al sicuro da infezioni e malattie durante l’intera giornata non è abbastanza, allora aspettate di conoscere le dannose conseguenze per la propria salute che si rischiano la sera, mentre ci si sente protetti dalle mure di casa. 

A tal proposito, dopo la cena, si è soliti lavare i piatti utilizzando dei comuni detersivi utili ad eliminare, per l’appunto, i germi che si annidano su di essi. Ma per asciugarli? Meglio utilizzare un canovaccio per comodità? Proprio no, difatti, uno strofinaccio può a sua volta avere una carica batterica ben 20mila volte superiore a quella di una tavoletta del wc, perciò, non è poi cosi igienico, in effetti. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDieta del finocchio, per perdere fino a 5 chili in 7 giorni
Articolo successivoNespole: il frutto che fa bene all’intestino e al fegato