Come massaggiare i piedi da soli per il benessere di tutto il corpo

0
1411
Come fare automassaggio piedi

Ogni punto del piede riflette sostanzialmente un’altra zona del corpo e massaggiando la zona corretta è come se andassimo ad agire direttamente su quello specifico organo o apparato.
In questo modo si combinano i benefici del massaggio con l’invio di impulsi nervosi in determinate zone del nostro organismo presenti appunto sulla pianta e il dorso dei piedi (non a caso, proprio in queste parti del nostro corpo, sono presenti molte terminazioni nervose).

riflessologia plantare, i punti in cui massaggiare i piedi per il benessere del corpo

Benefici del massaggio al piede

  • Rilassarsi: il massaggio del piede è il più delle volte rilassante anche se la stimolazione di alcuni punti potrebbe creare alcuni fastidi. Generalmente comunque è un ottimo sistema per scaricare le tensioni del sistema nervoso. Esistono a questo scopo dei massaggi finalizzati al relax e al benessere psicologico.
  • Depurarsi: la riflessologia plantare aiuta a depurare un fisico intossicato. Il massaggio agisce infatti sugli organi emuntori, ovvero quelli deputati all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo.
  • Migliorare la circolazione linfatica e sanguigna: questo massaggio è in grado di stimolare la circolazione dei liquidi del nostro corpo con benefici che si ripercuotono su tutto il corpo.
  • Combattere i dolori: molte persone scelgono di rivolgersi ad un riflessologo per trattare dei dolori. Si tratta infatti di un ottimo sistema che, grazie all’azione sui meccanismi nervosi del nostro corpo, è in grado di alleviare e trattare i dolori stimolando anche la produzione di endorfine.
  • Riequilibrare l’energia: secondo le filosofie orientali nel nostro corpo scorre l’energia vitale che in alcune situazioni e punti può bloccarsi. La riflessologia plantare e i suoi massaggi sono in grado di ristabilire l’equilibrio in questo senso con grandi benefici per tutto l’organismo.

auto-massaggio del piede

Riflessologia: come fare un auto-massaggio del piede

Se camminare a piedi scalzi su ciottoli arrotondati è una pratica che non sempre si può sperimentare; l’auto-massaggio vero e proprio, eseguito con la pressione delle proprie mani, costituisce un approccio più immediato e praticabile.

Per eseguire un auto-massaggio che avvii un processo di riequilibrio graduale, e che costituisca un metodo di mantenimento del benessere, più che un intervento di trattamento specifico, è necessario tempo e amore verso se stessi, disponibilità ad ascoltarsi e a prendersi cura di sé. Non è necessario avere conoscenze approfondite: chiunque può auto-trattarsi.

Per un generale auto-massaggio ai piedi è sufficiente adottare una postura che permetta di raggiungere la pianta del piede senza provocare irrigidimenti muscolari dovuti alla posizione. Mettersi seduti nella posizione del loto, a gambe incrociate davanti a sé, con la schiena appoggiata e sostenuta, permette di flettere la caviglia e raggiungere la pianta del piede.

Ci si può auto-massaggiare mentre si guarda la tv, appena svegli o prima di andare a letto, e in ogni momento in cui si ha la possibilità di essere senza scarpe e tranquilli con se stessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here