Dieta della pesca: ecco come si può perdere fino a 4 kg in 5 giorni

0
558

Con l’avvicinarsi della bella stagione e delle giornate calde, è desiderio di chiunque potersi mantenere in forma e riuscire a perde qualche chilo di troppo. Tuttavia, non tutti sono disposti a sottoporsi a diete drastiche che fanno patire la fame e che (nella maggior parte dei casi) sono effettivamente inutili, oltre che pericolose se non consigliate da un dietologo professionista. A tal proposito, in pochi lo sanno ma le pesche, oltre ad essere un frutto delizioso e succoso, si è scoperto che aiutano a dimagrire e a depurare il proprio organismo. Proprio cosi, difatti, le pesche godono di un potere detox grazie al loro contenuto di preziosi minerali e vitamine, utili a drenare i liquidi in eccesso ed eliminare la cellulite. Detto ciò, vediamo insieme in cosa consiste questa ‘diete della pesca’ e perché si rivela tanto efficace.

Come riportato sul sito chedonna.it, “la presenza di vitamine come la A, la C, quelle del gruppo B e di sali minerali la rende un alimento perfetto per chi è a dieta. la pesca ha un effetto depurante, aiutando anche le funzioni intestinali e favorendo lo scioglimento dei grassi e l’eliminazione della cellulite attraverso l’effetto drenante. Un frutto che oltre ad essere buono è un vero e proprio toccasana aiutando anche nella lotta ai chili di troppo”. Ma in che modo funziona? E’ semplice. La dieta della pesca prevede che si consumi il frutto sopratutto la mattina, possibilmente cotto al vapore ed accompagnato da uno yogurt magro o della crusca. 

A pranzo, invece, si dovrà prediligere il consumo di pasta integrale condita possibilmente con delle verdure di stagione, per poi concludere il pasto con un’altra pesca. Per gli spuntini, via libera a dei frullati di frutta fresca, con al loro interno della pesca, i quali si riveleranno utili per riattivare il metabolismo ed eliminare la cosiddetta ‘buccia d’arancia’, tanto fastidiosa quanto odiata da molte donne. Per la cena, meglio prediligere il consumo di alimenti altamente proteici, come ad esempio del formaggio o del prosciutto crudo, cosi come uova e pesce; ovviamente, anche in questo caso, si dovrà concludere il pasto con il consumo di una pesca. 

Come suggerisce il sito oggiscuoloa.com, “la dieta della pesca è una soluzione molto praticata durante il periodo estivo, non solo perché permette di perdere peso in brevissimo tempo, ma anche perché è un sistema ideale per contrastare le alte temperature. Seguendo il regime alimentare della pesca, è possibile dimagrire di circa 4 chili in pochi giorni”. Ovviamente, il nostro consiglio è quello di consultare il proprio medico prima di seguire questa dieta, ai fini di valutare il proprio quadro clinico e capire se si tratta di un regime alimentare adatto alle proprie esigenze e condizioni di salute.