Mangia avena tutti i giorni e di’ addio ai chili di troppo

0
816

Molte persone non prenderebbe mai in considerazione l’idea di far colazione con qualcosa di diverso da un semplice caffè o poco più, eppure, ciò che in pochi sanno è che esiste un alimento, le cui proprietà si rivelano un vero toccasana per il nostro benessere e non solo: fa anche dimagrire. Proprio cosi, difatti, l’avena è ricchissima di fibre, utili per combattere i problemi legati alla stitichezza e quindi al gonfiore, inoltre, è una fonte completa di carboidrati che  servono per poter sentirsi sazi più a lungo, senza avvertire il senso di fame e senza incorrere in attacchi di fame nervosa. Un altro punto a favore dell’avena è che si rivela utile anche per migliorare la circolazione, prevenendo quindi le malattie cardiovascolari e riducendo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Ma vediamo nel dettaglio come sfruttare i fiocchi d’avena affinché diano il meglio di loro e come si può perder peso mangiandone tutti i giorni. 

Innanzitutto, come suggerisce il sito verival.it, “l’avena contiene molte fibre e minerali, come magnesio, fosforo e zinco. In particolare, i betaglucani favoriscono la digestione e ridurrebbero il rischio di pressione alta, colesterolo alto e malattie cardiache. Inoltre, l’avena è un’ottima fonte di vitamine, soprattutto B1 e B6, e ferro vegetale. Anche il suo contenuto proteico è piuttosto elevato, il che ne fa un cereale piuttosto atipico”. Ad ogni modo, come si può dedurre, che l’avena sia un cereale sano è innegabile, tuttavia, come accennato in precedenza, l’avena è un alimento molto proteico e il che la rende adatta per favorire la formazione dei muscoli, perciò seguendo alcune sane abitudini alimentari e praticando sport, si può riuscire ancor meglio nell’intento di smaltire i chili in più. 

Ma come mangiarla? Che sia cotta o cruda non importa, l’avena la si può unire ad altri prodotti oppure consumarla da sola, d’altro canto, essendo un cereale, l’avena è un alimento molto versatile che può essere utilizzato in diversi piatti. Le alternative sono molte, basta avere un po’ di fantasia. Tenete sempre presente che non dovete regolarne la quantità, tuttavia, l’ideale sarebbero due cucchiai al giornopoiché questo cereale è abbastanza calorico. Perciò, spazio alla fantasia: si può provare ad aggiungere alcuni fiocchi d’avena nei propri frullati, oppure aggiungerla allo yogurt o mischiandola con della macedonia di frutta fresca. 

“Oltre all’alto contenuto di fibre e proteine e al basso contenuto di zuccheri e amidi, l’avena presenta anche un valore calorico contenuto (circa 390 calorie per 100 grammi ), il che la rende ideale da consumare per chi sta seguendo una dieta dimagrante. Un piatto di avena, infatti, mantiene il livello del glucosio costante nel sangue, mentre induce l’intestino a lavorare al meglio. La salute dell’intestino è garantita anche dall’effetto prebiotico di questo cereale, poiché una parte della fibra contenuta in essa risulta non digeribile, ma utilizzabile per la salute del microbiota intestinale” come riportato su Riza.it. Quindi, che la si porti a tavola o la si mangi a colazione, l’avena si rivelerà sorprendentemente utile per il proprio benessere fisico ma sopratutto, una volta che si comincerà a vedere l’ago della bilancia scendere, non se ne potrà più fare a meno: provare per credere!

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoronavirus, ecco la super variante tanzaniana che preoccupa gli esperti
Articolo successivoI rimedi naturali per chi è in menopausa