Dalla robotica al fengh shui, ecco come sarà la scuola del futuro

0
1241

Dimenticate la classica aula con i banchi disposti a reticolo e capeggiati dalla cattedra. Qui le cattedre sono sparite. Le pareti sono coloratissime, e su di esse, al posto della vecchia cara lavagna d’ardesia, campeggia la L.I.M. (lavagna interattiva multimediale), collegata ad un registro elettronico.

I banchi sono ripensati per consentire a bambini e studenti di muoversi e aggregarsi in gruppi di lavoro. L’intero ambiente “classe” è suddiviso in funzione di una didattica di tipo collaborativo e cooperativo: fa quindi la sua comparsa “l’agorà”,  uno spazio circolare dove gli studenti possono presentare i loro lavori, un angolo per il montaggio di video e un’area relax, con divanetti per poter continuare a discutere anche in maniera informale e perché si sa, i momenti di svago ogni tanto sono necessari dopo che si lavora sodo.

Allora lo spazio insegna, lo spazio può offrire contributi importanti alle innovazioni didattiche, lo spazio può stimolare l’apprendimento. Benvenuti nel futuro della scuola italiana, anche se uno studio ha scovato in Italia solo 5 scuole d’eccellenza, dove il benessere dei ragazzi fa il paio con un apprendimento innovativo che porta i ragazzi ad imparare e ad essere degli studenti migliori.

Ma come funzionano queste scuole?

scuola innovativa

Quali sono le scuole più innovative d’Italia

Sono l’Istituto Ettore Majorana di Brindisi, l’Istituto comprensivo San Giorgio di Mantova, il Collegio del Mondo unito dell’Adriatico di Duino (Trieste), la scuola Città Pestalozzi di Firenze e il Liceo Attilio Bertolucci di Parma.

Queste sono le cinque migliori scuole in Italia, quelle che hanno superato una dura selezione internazionale, entrando per la prima volta a far parte della rete globale delle “Scuole changemaker” di Ashoka, l’organizzazione non profit che raduna gli imprenditori sociali di tutto il mondo.

Cinque istituti d’eccellenza, quattro pubblici e uno privato, che si sono distinti per la vocazione al cambiamento e alla digitalizzazione, i metodi didattici innovativi e la creatività.

scuola innovativa e creatività

A scuola, il feng shui e la robotica

Gli istituti selezionati sono stati scelti dopo un lavoro di mappatura iniziato nel 2015, mediante la tecnica di snowball analysis, sistema di segnalazioni a catena basato su interviste su 200 istituti che, da Nord a Sud, sono stati segnalati per la loro capacità innovativa. Un viaggio tra dirigenti, professori e famiglie, che modificano ogni giorno la scuola dal basso tra mille difficoltà.

Per capire come funzionano le cinque scuole bisogna dimenticare la didattica tradizionale. Le classiche lezioni frontali vengono abbandonate a favore di dibattiti e lezioni tra pari. Libri e quaderni lasciano spazio a tablet e supporti tecnologici di ogni tipo. Nell’istituto brindisino Majorana, prima scuola a usare l’oculus rift, sono state addirittura abolite le cattedre. Nel liceo di Parma vengono proposte attività extrascolastiche come fab lab, stampa 3d, coding, ma anche l’orto scolastico. E nell’istituto comprensivo di Mantova, si trova addirittura un’aula feng shui progettata ad hoc da un architetto. Benessere, innovazione e istruzione viaggiano insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here