Ecco come eliminare la muffa nella doccia con questi rimedi naturali

0
1747

Si sa, spesso la muffa si presenta in ambienti impensabili ed esattamente dove, in fin dei conti, risulta più difficile sbarazzarsene. A tal proposito, la muffa è solita crescere in ambienti caldi e umidi, guarda caso proprio come i nostri box doccia, i quali sono, per l’appunto, perfetti per la proliferazione delle muffe, specie se si hanno box con piastrelle in ceramica. Queste muffe che si formano, sono estremamente pericolose per la nostra salute e possono causare problemi di respirazione anche agli adulti in perfette condizioni di salute! Quindi, come si possono eliminare? Certamente esistono dei prodotti specifici in commercio, tuttavia, molti di questi si rivelano alla lunga tossici e di certo non proprio economici quindi, è importante sapere che esistono, viceversa, delle soluzioni ‘fai da te’ sicuramente molto più ecologiche ed economiche ma comunque molto efficaci. Detto ciò, vediamo insieme quale sono i migliori prodotti che si hanno in casa per eliminare una volta per tutte la muffa. 

Ad esempio, l’aceto gode di ottime proprietà disinfettanti e crea un ‘ambiente inospitale’ per la proliferazione di muffe e batteri, cosi come il bicarbonato, la cui composizione alcalina si rivela ancora più efficace per ‘estirpare’ i tipi di muffa più ostinati. Dunque, se uniti, si otterrà una soluzione veramente efficace contro ogni tipo di muffa e di facile preparazione! Ma come fare? Come suggerisce il sito video.cookist.it, “unisci 2 cucchiai di bicarbonato e 2 cucchiai di aceto bianco. Agita la soluzione e usala sulle superfici della doccia dove è presente il calcare e/o la muffa. Lascia agire per qualche minuto e poi strofina con uno spazzolino. Risciacqua il tutto”. 

Oppure, come riporta pianetadonna.it, “un modo alternativo per utilizzare bicarbonato e aceto, particolarmente efficace per spigoli e fughe delle piastrelle, funziona così: in una bacinella, aggiungiamo 4-5 cucchiai di bicarbonato e poco alla volta, qualche goccia di aceto, finché non si formerà una pasta piuttosto ruvida e consistente. Prendiamo ora un vecchio spazzolino da denti, e usiamo la pasta di bicarbonato ed aceto come ‘dentifricio’ per le nostre fughe ammuffite, e lasciamolo agire per 4-5 ore. Una volta passato questo periodo, risciacquiamo accuratamente con acqua ben calda”. Cosi facendo, non solo si elimineranno le macchie di muffa più ostinate ma si farà in modo che le fughe delle piastrelle tornino bianche come nuove: provare credere!

In fine, è bene ricordarsi che il miglior metodo per combattere la muffa nella doccia è prevenirne la formazione, quindi, è necessario cercare di mantenere il box doccia il più pulito e asciutto possibile, eliminando eventuali depositi di sapone e lasciandolo aperto il più possibile, in modo tale che anche al suo interno vi sia un ricircolo di aria. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMelone giallo: il frutto amico del benessere
Articolo successivoCome modellare il naso senza chirurgia grazie alla ginnastica facciale