Acido Ialuronico: a cosa serve e come utilizzarlo

0
1031

Se il proprio desiderio è quello di avere una pelle giovane e rilassata ma non si sa come fare per averla, è semplice, la risposta è Acido Ialuronico. Ma di che si tratta? A cosa serve? E’ una sostanza già contenuta naturalmente nelle nostra pelle ed è uno dei componenti più importanti di essa, a tal proposito. Tuttavia, ciò che in pochi sanno è che proprio questa sostanza è la diretta responsabile dell’elasticità e della residenza della pelle e che, essendo soggetta a deterioramento col passare degli anni, è destinata a diminuire di quantità. Proprio per questo motivo, nella skin-care, l’acido Ialuronico è diventato un vero e proprio trend di cosmesi di cui si sente molto parlare. Vediamo quindi come e quando utilizzarlo per migliorare in generale l’aspetto e le condizioni della propria pelle. 

Innanzitutto, è bene precisare che a dispetto del nome, l’acido Ialuronico non è affatto aggressivo sulla pelle, bensì, al contrario, aiuta a ripristinare il giusto  livello d’idratazione cutanea. Detto ciò, come suggerisce il sito primobio.it, “sebbene sia spesso associata ai prodotti anti-aging, l’Acido Ialuronico ha una semplice (ma potente) azione idratante per la pelle. In semplici parole, aiuta a trattenere l’acqua nella pelle, prevenendo la disidratazione e (di conseguenza) la perdita di elasticità per la pelle. Questa è la sua azione principale, che apporta beneficio a molti diversi tipi di pelle (non soltanto matura)”. Il consiglio è di utilizzarlo perciò quando si ha la pelle secca e spesso, ciò accade senza che nemmeno ci se ne renda conto. Ma come funziona? 

I prodotti che contengono acido ialuronico sono in prevalenza creme e sieri ma non mancanogel a base di acido ialuronico, spray, fiale, maschere e persino l’acido ialuronico in compresse, sì, si può assumere acido ialuronico per via orale. La verità è che non sempre è facilissimo scegliere quelli più adatti alle proprie necessità e alla tipologia di pelle. La prima cosa da sapere è che una concentrazione del 10% di acido ialuronico è una percentuale molto alta, la maggior parte dei prodotti ne contiene lo 0,1%” come riporta elle.com. A tal proposito, vi è anche la possibilità di fare delle vere e proprie punture di Acido Ialuronico, le quali, a differenza dei prodotti ad uso topico, entrano più in profondità nel derma, garantendo risultati migliori. 

Nello specifico, questo tipo di trattamento non comporta rischi particolari e il suo effetto è praticamente immediato: si avrà fin da subito una pelle dall’aspetto levigato e fresco, anche se i filler di acido Ialuronico devono esser ripetuti dopo un certo lasso di tempo. Insomma, non rimane altro che informarsi su quali possano esser le migliori soluzioni, a base di questa straordinaria sostanza, migliori per la propria pelle e specchiarsi godendo di un immagine di se stessi non cosi difficile da raggiungere in fin dei conti.