Artrite, ecco come piante e spezie possono attenuarne i dolori

0
886

Con il termine artrite, in ambito medico, ci si riferisce ad un’infiammazione riguardante una o più articolazioni ed è una condizione patologica parecchio diffusa, basti pensare che “solo in Italia sono oltre 400 mila le persone affette da artrite” come riporta il sito quotidianosanita.it. I sintomi causati da un’artrite sono per lo più dolore, rigidità e gonfiore e le cause sono di natura autoimmune, ovvero caratterizzate da un malfunzionamento del sistema immunitario. Ad oggi, ai fini di migliorare la sintomatologia di tale condizione, i trattamenti prevedono attività fisiche mirate ed una dieta equilibrata, tuttavia, esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare i dolori articolari. 

Ad esempio, menta ed eucalipto sono piante dalle proprietà analgesiche ed antinfiammatorie, nello specifico i loro oli essenziali, se combinati insieme, hanno un effetto rinfrescante e donano sollievo immediato mitigando all’istante i dolori. Basterà diluire gli oli essenziali con dell’olio extra vergine d’oliva, per poi massaggiare la soluzione ottenuta sulle giunture nel momento in cui si proverà dolore o gonfiore. Inoltre, l’olio essenziale di menta presenta anche proprietà analgesiche, antimicrobiche, antisettiche, citotossiche e digestive. 

Un maggior plauso va però al tè verde che grazie ai polifenoli contenuti in esso, possiede proprietà antinfiammatorie ed utili in caso di artrite; nello specifico, i polifenoli sono delle molecole di origine vegetale dalle potenti capacità antiossidanti, ovvero utili contro i radicali liberi. Inoltre, secondo una ricerca effettuata dai ricercatori della Washington State University, è stato “valutato un fitochimico chiamato epigallocatechina-3-gallato (EGCG), che è una molecola con proprietà antiinfiammatorie presente nel tè verde. I risultati dello studio preclinico hanno evidenziato che, somministrandola agli animali che presentavano la malattia, nel giro di 10 giorni veniva ridotto notevolmente il gonfiore alle caviglie” come riporta il sito ansa.it. Per tanto, il consumo regolare di tè verde può risultare un toccasana per chi soffre di dolori articolari. 

In fine, sia la curcuma che lo zenzero sono entrambe spezie dalle proprietà antidolorifiche ed antinfiammatorie, dimostrandosi in alcuni casi anche meglio di molti medicinali di uso comune. La curcuma contiene curcumina, un antiossidante in grado di abbassare il livello di enzimi che causano l’infiammazione, mentre lo zenzero è da sempre considerato come un ottimo antidolorifico naturale, in grado di agire positivamente contro dolori ed infiammazioni, senza provocare effetti collaterali. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDieta mediterranea, i pro e i contro dell’esemplare modello nutrizionale
Articolo successivoTalloni screpolati? Ecco un efficace rimedio casalingo