Che cos’è la gemmoterapia

0
1305

La gemmoterapia prevede unicamente l’uso dei germogli vegetali come le gemme, le radicelle e i getti giovani. Vengono preparati attraverso la macerazione in una miscela d’acqua, glicerina e alcol.

La gemmoterapia è stata ideata da Pol Henry, anche se l’utilizzo delle gemme è noto da molto tempo. E’ stato lui il primo a dedicarsi allo studio ed alla sperimentazione, cercando sempre nuove opportunità terapeutiche offerte dai vegetali ed in particolare dai germogli, iniziando una sperimentazione prima su animali e poi sull’uomo.

Nel 1959 apparvero informazioni sui primi lavori negli Archives Homeopathiques de Normandie.

La gemmoterapia fa parte della ben più nota fitoterapia, un filone molto interessante e ancora poco conosciuto. Le gemme sono ricche di fonti vegetali e si trovano durante la fase della moltiplicazione cellulare. Contengono vitamine, oligoelementi, minerali, acidi nucleici, ormoni ed enzimi. Il dottor Pol Henry affermò che “sono energie biologiche potenziali”.

La gemmoterapia utilizza le forze della terra e delle stagioni. I gemmoterapici vanno assunti in gocce, solitamente due volte ogni giorno e per cicli di tre settimane, con una di pausa. Vanno assunti mezz’ora prima di mangiare e diluiti in poca acqua. La cosa migliore è evitare il fai-da-te, ma seguire i consigli degli specialisti.

Questi prodotti si possono trovare in erboristeria oppure nelle farmacie che hanno il reparto di medicina naturale.