Denti bianchi e splendenti con il lievito di birra

0
2499

Per avere un sorriso smagliante la cura e la pulizia dei propri denti è di fondamentale importanza, difatti, sarebbe una buona abitudine far visita al proprio dentista almeno una volta ogni sei mesi. Tuttavia, in merito alla cure offerte dai dentisti, il più delle volte si tratta di lunghi e costosi trattamenti che ci si può evitare conoscendo uno dei numerosi rimedi naturali utili a rendere lo smalto dei propri denti bianco e brillante. A tal proposito, uno tra i rimedi più efficaci, seppur poco noto, prevede l’utilizzo di un ingrediente particolare che tutti abbiamo nelle nostra cucine, ovvero il lievito di birra, la cui ricchezza di vitamina B rappresenta un vero e proprio alleato di bellezza e benessere, infatti, “protegge il sistema immunitario, rafforza unghie, capelli e ossa, inoltre regola il colesterolo nel sangue ed èun eccellente integratore” come riportato su dilei.it

Ad ogni modo, per prevenire la formazione di tartaro sui propri denti è importante ricordare che bisogna rispettare alcune regole, tra cui evitare il consumo di cibi zuccherati, evitare l’assunzione di bevande acide (come gli alcolici ad esempio) e lavare i denti dopo ogni pasto. A tal proposito, che l’igiene orale sia molto importante è già noto a tutti, tuttavia, in pochi sanno che “la placca, il tartaro e la carie, se non prevenute e curate bene, possono arrecare danni ai denti e a tutta la bocca” come suggerisce guna.com. Perciò, si raccomanda di utilizzare spazzolini di media durezza e soprattuto di cambiarli ogni mese, ai fini di evitare che gli accumuli di batteri tra le setole possano poi arrivare nella nostra cavità orale e causare infezioni e/o infiammazioni sgradevoli. Ma torniamo al lievito di birra e come utilizzarlo per avere un sorriso lucente. 

Per sbiancare i propri denti con il lievito di birra, basterà preparare una sorta di dentifricio sbiancante, ottenibile mescolando due cucchiai di lievito di birra con dell’acqua e sale, fino a quando non si avrà ottenuto un composto omogeneo. L’azione sbiancante del lievito di birra eliminerà il tartaro e renderà il proprio sorriso più luminoso oltre ad avere un effetto rimineralizzante grazie al suo contenuto di magnesio, fosforo, potassio, calcio, selenio e ferro. Spazzolando i propri denti con questo composto è importante ricordare di farlo con molta delicatezza, ai fini di non provocare danni alle gengive o d’intaccare l’integrità dello smalto ma soprattutto di farlo per un massimo di due volte a settimana: cosi facendo, in breve tempo di otterranno risultati ottimali. 

Nel caso si sia amanti dei rimedi naturali, è bene sapere che oltre al lievito di birra, esistono altri prodotti naturali utili a sbiancare i propri denti in modo non invasivo, come nel caso del limone. “Per sfruttare il potenziale sbiancante del limone è sufficiente lavarsi i denti con un po’ di succo di limone appena spremuto, spazzolando dolcemente per qualche minuto prima di risciacquare a fondo” come riporta riza.it, altrimenti, per ottenere un risultato completo ed una pulizia più profonda, al succo di limone ci si può aggiungere del bicarbonato di sodio, il cui effetto sbiancante rimuove ogni macchia dai denti, col risultato di renderli più bianchi e scintillanti. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCalli e duroni, come eliminarli con rimedi naturali
Articolo successivoLa leucemia: il killer ‘silenzioso’ che si manifesta con questi sintomi