Fibromi penduli: come eliminarli con questi metodi casalinghi

0
7372

Chi non ha mai visto o comunque ha avuto a che fare con un fibroma pendulo? Sono per l’appunto delle comunissime escrescenze cutanee che possono interessare chiunque e seppur il nome può in qualche modo suscitare preoccupazioni, in realtà, il più delle volte, si tratta di semplici inestetismi più comunemente conosciuti come ‘porri’. Esteticamente, dunque, appaiono come pezzetti di pelle scura che emergono dalla cute e che sembrano dei nei ma, nel caso in cui li si voglia rimuovere, allora è bene sapere che lo si può fare tranquillamente a casa, con metodi efficaci e per nulla aggressivi. Ma procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio quindi come si possono eliminare i fibromi penduli con questi rimedi naturali ‘fai da te’. 

Ad esempio, come suggerisce il sito notiziebenessere.it, “l’utilizzo del filo di cotone è un metodo naturale che resiste nel tempo e consiste nello strozzare il fibroma per favorirne il disseccamento. Si lega alla base dell’escrescenza un filo di cotone che col passare del tempo chiuderà il capillare che alimenta il fibroma pendulo favorendone la naturale caduta”. Oppure, in alternativa si può adottare un secondo rimedio che consiste nell’utilizzare l’aceto di mele come prodotto per ‘seccare’ il fibroma; tutto ciò che occorrerà fare sarà quindi bagnare con l’aceto un semplice batuffolo di cotone, il quale poi andrà applicato direttamente sul fibroma esercitando una leggera pressione. Ripetendo tale procedimento 2 volte al giorno, per un periodo di più o meno 3 settimane, il fibroma si staccherà letteralmente da se, senza alcun dolore o fastidio. 

Ancora, come riporta invece wikihow.it, “prendi uno spicchio di aglio fresco, tritalo fino a ottenere una pasta densa e riponilo in una piccola ciotola. Prendi un cotton fioc, immergilo nell’aglio per applicare una minima quantità di pasta sul fibroma pendulo e coprilo quindi con un cerotto. Ripeti il trattamento una volta al giorno. Una maniera alternativa di usare l’aglio è di tagliarlo a piccoli “dischi”; mettine uno sulla parte superiore del porro, fissandolo con un cerotto. Esegui questo trattamento al mattino e togli l’aglio alla sera”. Cosi facendo, le proprietà antibiotiche e antisettiche dell’aglio indeboliranno il fibroma direttamente alla radice, cosicché si possa favorire naturalmente la caduta del fibroma che, di norma, dovrebbe sparire nel giro di 7 giorni. 

In fine, un ultimo rimedio consiste nell’utilizzare il succo di limone per eliminare i fibromi, da applicare direttamente su questi aiutandosi, come nel caso dell’aceto, con un batuffolo di cotone o un cotton fioc. Il succo di limone è per l’appunto molto acido e rappresenta un prodotto dalle proprietà antisettiche, utili per seccare l’escrescenza senza fastidi; tale trattamento andrebbe ripetuto per un massimo di 3 volte al giorno, per più giorni, solo cosi la sua efficacia può esser garantita. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa ricetta dello sciroppo dimagrante fatto in casa
Articolo successivoOcchiaie, i rimedi naturali per farle sparire