Pellicine sulle dita, come sbarazzarsene senza ricorrere all’estetista

0
551

Fastidiose e brutte a vedersi, le cosiddette ‘pellicine’ che contornano le nostre unghie, sono in realtà note in ambito medico con il termine di ‘cuticole’ ed è un vizio comune quello di rimuoverle strappandole via, senza badar al fatto che, in realtà, ciò che stiamo facendo è lesionare la nostra cute, il che potrebbe causare anche brutte infezioni. Trattasi di un eccesso di crescita della pelle presente sopra la radice delle nostre unghie, che si secca, creando dei piccoli lembi, duri e fastidiosi se li si sfrega erroneamente. 

La causa alla fonte di tali manifestazioni, in realtà, è data da una scarsa assunzione di nutrimenti fondamentali per il benessere della nostra pelle, quindi, da una cattiva alimentazione che non prevede il consumo di alimenti contenenti le proteine o vitamine che ci occorrono. Ad esempio, la vitamina C è un elemento imprescendibile per salute delle nostre cellule e tessuti, questo grazie alla sue proprietà antiossidanti che contrastano le molecole dannose e fungono da barriera protettiva, inoltre, stimola la produzione di sostanze che rendono la pelle più elastica. Quindi, come si può ben immaginare, una dieta varia, ricca di ortaggi e verdure, è il primo passo da fare per prevenirne la comparsa, tuttavia, vi sono alcuni rimedi che potrebbero rivelarsi interessanti per la rimozione delle cuticole, senza dolori o dispendi economici. 

Il primo rimedio, tra tutti, è quello che prevede l’ammollo delle nostre mani in una soluzione composta da acqua e limone; tale metodo, grazie alle capacita disinfettanti dell’acido citrico contenuto nei limoni, farà si che la pelle delle nostre mani si ammorbidisca e venga idrata, facilitando la rimozione delle cuticole, ma anche che vengano eliminati tutti quei batteri che poi, nel momento in cui andremo a rimuoverle, potrebbero essere causa di infezioni o infiammazioni. 

Un altro metodo è sfruttare le proprietà benefiche del miele, difatti “Il miele induce la pelle a trattenere acqua, aiutando così a nutrire le cuticole e il letto ungueale. Non solo consente di trattare le infezioni micotiche e batteriche (che possono manifestarsi quando le cuticole sono spaccate o danneggiate), ma aiuta anche a prevenirle” come riporta il sito wikihow.it. Inoltre, il miele ha proprietà nutrienti ed incrementa  la produzione di collagene (la principale proteina del tessuto connettivo) e alcune delle sue molecole costituenti agiscono da esfoliante naturale, eliminando le cellule morte e rendendo la pelle più sana e luminosa. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteBacche di Goji, i “frutti della vita” utili contro il tumore
Articolo successivoCome rimuovere il trucco con rimedi naturali