Prevenire la demenza senile con tre tazze di caffè al giorno

0
1363
demenza

Circa tre tazze di caffè espresso al giorno, pari cioè a 261 milligrammi di caffeina. E’ questa la terapia che secondo i ricercatori statunitensi bisognerebbe seguire per prevenire al meglio il rischio di demenza.

Lo studio, condotto da Ira Driscol, professore di psichiatria della University of Wisconsin-Milwaukee, dimostra in maniera chiara ed inequivocabile come il consumo di caffè possa rivelarsi determinante nella prevenzione della demenza senile e dei deficit cognitivi.

Per arrivare a questo risultato il team di ricerca capitanato da Driscol ha analizzato il consumo di caffeina su un campione di 6.500 donne: quello che è emerso è che coloro che consumano tre tazzine di espresso al giorno hanno un rischio di ammalarsi di demenza ridotto del 36% rispetto a quelli che consumano non più di una tazzina al giorno di caffè.
Ciò dimostra che caffeina e demenza hanno un legame molto stretto. E il discorso, riguardando appunto la caffeina in quanto tale, può valere un po’ per tutte le bevande che contengono questa sostanza: oltre al caffè, dunque, via libera anche a coca cola e tè. In particolare, se preferite il tè al caffè, sappiate che per proteggervi dai deficit cognitivi dovreste bere circa 5 tazze di tè nero al dì.