Zeolite, un rimedio depurativo contro lo smog che respiriamo

0
1813
zeolite, pietra depurativa

La zeolite (dal greco zein “bollire” e lithos “pietra”) è un minerale di origine vulcanica, originato da lava incandescente e acqua salmastra che, grazie alla sua struttura molecolare fatta di piccolissime particelle micro-porose, può essere molto utile all’organismo per depurarlo profondamente, in particolar modo dai metalli pesanti, quelli che ad esempio respiriamo con lo smog.

La zeolite assolve dunque ad un compito di depurazione profonda dei tessuti organici.

Scopriamo meglio insieme di cosa si tratta e quali sono i particolari benefici che può apportare e per quali persone è particolarmente indicata.

Dove trovare e come assumere la zeolite

L’uso della zeolite, per cui è sempre bene sentire il parere di un medico o specialista, prevede l’assunzione di zeolite in polvere, disciolta nell’acqua, oppure in compresse o capsule. L’unica accortezza da seguire è quella di bere molta acqua durante il periodo di assunzione altrimenti potrebbe indurre stitichezza.
Viene venduta on line, nelle parafarmacie, farmacie e in erboristeria.

Importante: per accertarsi della correttezza del prodotto in vendita sulla confezione deve essere riportato non solo il marchio CE ma anche il relativo numero di registrazione.

Zeulite in granuli

I benefici della zeolite

1. Depurante: assorbe tossine, metalli pesanti e prodotti chimici, allontanandoli dall’organismo.

2. Antiossidante: neutralizza i radicali liberi.

3. Alcalinizzante: contribuisce attivamente al mantenimento dell’equilibrio fisiologico.

4. Migliora le prestazioni mentali, ma anche fisiche

5. E’ un’alleato della pelle: allevia acne, psoriasi ed eczemi, dermatiti e gonfiori.

6. Immunostimolante

7. Supporto al tratto gastrointestinale: regola il metabolismo, migliora la digestione e contrasta gastriti e ulcere.

8. Aumenta la fertilità

9. Antitumorale: potenzia l’attività di chemio e radioterapia; al contempo indebolisce le cellule tumorali e depura l’organismo dai medicinali

Ma il vantaggio più grande della zeolite è che questo minerale non viene assorbito dal tratto gastro-intestinale, pertanto non è tossico.

Essa, semplicemente, riduce la presenza di elementi dannosi nell’organismo (azione disintossicante e protettiva) e ne evita preventivamente l’assorbimento da parte dei tessuti.

Falsi miti sulla zeolite: cos’è e come si ricava

Il processo di zeolitizzazione, ovvero della trasformazione di rocce in zeoliti, è frequente in regioni soggette ad antiche attività vulcaniche, come le regioni di Paratunka e Pauzhetka in Kamchakta, e zone particolari in Nuova Zelanda e in Islanda.
L’unica miniera di zeolite in Italia, presente in Toscana tra Sorano e Pitigliano, è in provincia di Grosseto.

Zeolite contro le radiazioni

L’uso della zeolite come additivo alimentare è stato autorizzato in Giappone sin dal 1996, dove si è visto che l’aggiunta di zeolite comportava un maggiore valore nutritivo degli alimenti e minori disturbi digestivi. Dal 1998 ad oggi si sono registrati una quarantina di brevetti utilizzati in campo medico.

La zeolite fu utilizzata anche ad Hiroshima e Nagasaki e in seguito all’incidente nucleare di Chernobyl, per aiutare le persone colpite da radiazioni. In tempi più recenti è stata utilizzata per ripulire il mare dalle radiazioni dopo il disastro di Fukushima.

Zeolite come integratore

Gli integratori a base di zeolite sono consigliati in particolar modo a:

  • Sportivi: incrementa le prestazioni, diminuisce l’acido lattico e i tempi di recupero;
  • Lavoratori e studenti: aumenta la concentrazione e riduce la sensazione di stanchezza;
  • Persone stressate, convalescenti, anziani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here