Bibite gasate: perché bisognerebbe evitarle

0
1337
bibite gasate

Tutti sanno che le bibite gasate fanno male: l’elevato apporto di zuccheri e di dolcificanti naturali inseriti nei processi di lavorazione le rendono di fatto un vero concentrato di sostanze dannose.

Bastano pochi bicchieri al giorno di queste bevande per danneggiare anche piuttosto seriamente la salute dell’essere umano, tanto è vero che alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato l’esistenza di un legame molto stretto tra bibite gasate e le malattie più gravi (lasciamo quindi da parte il discorso legato all’aumento del peso corporeo che non rappresenta più un mistero).

Uno studio pubblicato sull’European Journal of Endocrinology, ad esempio, ha affermato che assumere più di due bibite zuccherate al giorno fa alzare il rischio diabete. La ricerca, condotta in Svezia, è venuta a capo di un esito shock: chi consuma due lattine da 200 ml di soft drink ha 2.4 possibilità in più di sviluppare il diabete di tipo 2, e chi ne beve un litro arriva a correre un rischio che è 10 volte tanto.

Alcuni esperimenti condotti dall’Università americana di Harvard, poi, hanno dimostrato che due lattine di bibite gasate al giorno espongono maggiormente anche al rischio di finir vittime di attacchi cardiaci: negli uomini il rischio di infarto aumenterebbe tra il 20 e il 69%, con un 20% per gli uomini che bevono una bevanda zuccherata al giorno e con un 69% che riguarda invece coloro che di soft drink dolci ne bevono anche tre al dì.

Assumere bibite gasate, poi, aumenta i livelli di glucosio e di insulina nel sangue ed espone pertanto ad un maggior rischio di ictus. Per non parlare poi del cancro alla prostata: uno studio che è durato la bellezza di 15 anni ha scoperto che sorseggiare un soft drink al giorno aumenta del 40% il rischio di ammalarsi di questa forma di tumore.