Ritenzione idrica, la ricetta della tisana drenante che ti sgonfia in un baleno

0
2291

Ti vedi gonfia, ti senti scoppiare e proprio non sopporti di guardarti allo specchio. Sei ingrassata? Beh, non è un dramma. E poi in vacanza capita spesso: ci si rilassa, non si contano le calorie, si va a cena fuori più spesso, si beve qualche cocktail in più guardando il tramonto in riva al mare. Se è successo – ti sei ingrassata – per tutte le ragioni elencate sopra, non sentirti in colpa: ti sei goduta l’estate, le ferie, il relax. E poi hai tutto l’inverno per andare in palestra e stare a dieta. La vita mica è fatta solo di rinunce, non trovi? E poi non è detto che tu sia ingrassata, può darsi che la tua sia solo ritenzione idrica che ti fa sentire più gonfia.

Ma che cosa è la ritenzione idrica che tanto odiamo perché è la colpevole numero uno della nostra cellulite? Si tratta di una tendenza delle cellule a trattenere liquidi, ma anche tossine e sali minerali. Se nel corpo, in particolare, c’è più sodio che potassio, il corpo trattiene più acqua e ci gonfiamo. Ma la ritenzione è un male anche per la circolazione venosa e quella linfatica, quindi meglio evitarla. Di solito la ritenzione colpisce alcune zone del corpo. Indovinate un po’? Cosce, glutei, addome. Cioè i famosi punti critici, quelli dove ingrassiamo e dove, e non è un caso, compare la cellulite. A soffrire di ritenzione sono le persone che trascorrono molto tempo sedute ma anche quelle che ne trascorrono troppo in piedi. Continua a leggere dopo la foto


Anche chi porta spesso scarpe coi tacchi soffre maggiormente di ritenzione. Così come chi fuma e chi beve alcol. Una dieta troppo ricca di sodio – cioè di cibi salati – ma anche l’abitudine di indossare abiti troppo stretti sono anch’esse colpevoli di ritenzione idrica e gonfiore. Come dicevamo, non c’è connessione tra ritenzione e aumento di peso mentre è vero che, chi è già sovrappeso, ha maggiori probabilità di soffrire di ritenzione.

Che dobbiamo fare per riattivare la circolazione linfatica e sbarazzarci dei liquidi in eccesso? Per esempio potremmo fare sport: una bella camminata a passo sostenuto, una corsa, una passeggiata in bici o un po’ di nuoto o ginnastica in acqua sono l’ideale per riattivare la circolazione ed eliminare i liquidi in eccesso. Il corpo ne trae giovamento ma anche la mente.

Non sei sicura di soffrire di ritenzione? Allora puoi fare a casa un test semplicissimo che ti darà la risposta in un baleno. Continua a leggere dopo la foto

Premi il pollice sulla coscia, fai una certa pressione per qualche secondo. Poi togli il dito. Se dopo averlo tolto l’impronta resta ben visibile sulla pelle, è probabile che tu soffra di ritenzione. Cosa fare?
Bevi. Tanta acqua. Due litri al giorno e se è caldo anche di più. L’acqua stimola la diuresi e aiuta a eliminare i liquidi in eccesso quindi non dimenticarti di bere. E di farlo anche se non hai sete. Come se fosse una vera e propria cura.

Se vuoi dare un po’ di brio alla tua acqua prepara delle acque aromatizzate – per esempio alla menta o alle fragole – da sorseggiare durante la giornata. Così, oltre a bere, fai scorta anche di vitamine e sali minerali. In più sei appagata, che è una cosa molto importante. Consuma tanta frutta e verdura, ce ne sono di molto diuretiche che ti aiuteranno a essere sgonfia. Per esempio il sedano, i cetrioli, la lattuga, l’anguria, le pesche e il pompelmo. Continua a leggere dopo la foto


Inoltre, per drenare a fondo l’organismo puoi preparare una tisana al prezzemolo da sorseggiare, anche fredda, durante la giornata. Ti serve del prezzemolo fresco, il succo di mezzo limone, acqua. Metti a bollire l’acqua, quando raggiunge il bollore aggiungi il prezzemolo e lascia in infusione per 10 minuti; filtra, versa in una tazza e aggiungi il succo di limone. Questa bevanda può essere gustata anche fredda con qualche cubetto di ghiaccio (così ti sembrerà di bere un cocktail). Bevine due o tre tazze al giorno e l’effetto drenante è garantito.

Se non volete faticare affatto neanche a fare una tisana, allora provate con il tè verde. Potente diuretico, è nostro alleato nella lotta contro la ritenzione idrica. Non solo: è anche depurativo e ripulisce il corpo da tossine e sostanze di scarto. Affinché faccia effetto, però, dovete berne almeno tre tazze al giorno. Se tutti i giorni vi sembra eccessivo, consumatene tre tazze a giorni alterni. Sembra un rimedio banale ma non lo è. E soprattutto non vi deluderà…

Miele e cannella, elisir di lunga vita e ‘medicina’ naturale. Tutti i benefici

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here