Semi di chia per dimagrire: come introdurli nella dieta

0
55442
Semi di chia per dimagrire: come introdurli nella dieta

Alcuni testi storici affermano che i semi di chia erano la base dell’alimentazione maya e azteca. Non sappiamo per certo se questo alimento abbia delle origini e una popolarità tanto antiche, ma ciò che sappiamo è che nei suoi piccoli semi racchiude delle incredibili proprietà benefiche. O meglio, delle comprovate proprietà dimagranti!

I semi di chia vengono utilizzati a supporto di una dieta ipocalorica perché appunto poco calorici e ricchi di fibre e proteine. Il loro compito nell’ambito di una dieta dimagrante, proprio per l’elevato apporto di fibre, è molto semplice ma determinante al tempo stesso: sopprimere l’appetito.

Come utilizzarli quindi nell’alimentazione di tutti i giorni?

Un modo senz’altro pratico per consumare semi di chia consiste nell’inserirli nella farina d’avena, nello yogurt o in un frullato. La loro capacità di assorbire i liquidi permette all’organismo di risultare sazio per diverse ore, scongiurando il rischio che il soggetto possa sentire ancora fame e quindi ricorrere a qualche snack di troppo.

I semi di chia possono essere utilizzati anche nelle bevande: in questo caso basta sostituire le bevande tradizionali con un composto a base di acqua gasata, limone e semi di chia. Un mix, questo, che permetterà di ottenere un aperitivo sano e ipocalorico!

In ultimo, i semi di chia possono andare ad arricchire anche un buon dolce. In molti infatti aggiungono questi semini per la preparazione di un budino a base di chia, latte di mandorle non zuccherato e aromi come la cannella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here