I cibi da evitare durante l’Estate

0
3707

Se ne parla molto ed è stato oggetto di studio anche da parte dei virologi più importanti, ovvero quali siano i cibi che all’apparenza sembrano innocui ma che, in realtà, possono esser pericolosi, sopratutto se consumati durante il periodo estivo. A tal proposito, esistono moltissime tossinfezioni alimentari che possono manifestarsi con sintomi più o meno gravi, come la salmonella ad esempio, ed è proprio per questo motivo che gli esperti avvertono e spiegano come alcuni alimenti, in estate, possono diventare pericolosi per il nostro organismo. Il caldo aumenta i rischi e noi siamo meno attenti, perciò si rivela di fondamentale importanza imparare a conoscere quali sono i cibi da evitare, quindi, non ci rimane altro che parlarne.  

Innanzitutto, è bene fare una promessa come suggerisce il sito ilrestodelcarlino.it, ovvero che “in estate l’innalzamento delle temperature facilita una più rapida moltiplicazione dei microrganismi patogeni, potenziali responsabili di intossicazioni e tossinfezioni alimentari, soprattutto in casa: 3 casi su 4 di tossinfezione alimentare avvengono in ambito domestico”. Detto ciò, tra gli alimenti individuati come maggiori responsabili di malattie trasmesse troviamo al primo posto quelli contenenti uova in genere, seguiti da quelli contenenti carne e pesce. Per questo motivo, nel momento in cui si devono scegliere prodotti contenenti queste materie prime, è bene optare per prodotti sempre freschi, cosi come è di altrettanta importanza ricordarsi di lavarli sempre accuratamente frutta e verdura prima di consumarne. 

Inoltre, il consiglio è di cuocere sempre bene (a prescindere) sia carne che pesce e di riscaldare sempre, anche in questo caso, tutti i cibi cotti e poi raffreddati o surgelati. Quindi, mai lasciare che le pietanze si riscaldino a temperatura ambiente e mai far raffreddare i cibi in frigo troppo a lungo.  Anche alcuni tipi di pesce, come le ostriche e i frutti di mare, possono contenere al loro interno i batteri del genere ‘Vibrio’, rivelandosi per tanto molto pericolosi da questo punto di vista. Come riporta invece il sito ilgiornale.it, “il suggerimento è quindi quello di rinunciare ai cibi sofisticati, in particolare se non si è sicuri della provenienza. Di stare attenti al ghiaccio, non solo nei paesi tropicali ma anche in Italia e soprattutto di prestare moltissima attenzione ai frutti di mare o ai crudi in generale. Meglio scegliere cibi poco elaborati e semplici, poveri di salse”. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteBenessere dei piedi: ecco i migliori rimedi naturali
Articolo successivoCaffè nel bagnoschiuma: ecco perché non ne potrai fare più a meno