Il tumore di cui non parla mai nessuno: ecco cosa devi controllare del tuo corpo

0
6580

Si tratta di un tumore di cui non parla quasi mai nessuno, eppure esiste ed è uno dei più rari, perciò è importante imparare a conoscerne i sintomi per poterlo curare in tempo. Parliamo del tumore all’orecchio e di come, appunto, essendo una tra i più rari, sia tanto difficile da diagnosticare essendo facilmente fraintendibile con altre patologie. Ma come si manifesta e quali sono i campanelli d’allarme che il nostro corpo ci invia nel caso di questo male? Come già detto, i sintomi iniziali tendono ad essere ignorati ed essere scambiati con quelli di altre malattie, tuttavia, nel caso di cancro all’orecchio, in particolare, i sintomi a cui bisogna prestare attenzione sono diversi e riguardano nello specifico la zona vicino alle orecchie e il collo. Ma procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio a cosa bisogna prestare (davvero) attenzione. 

Come suggerisce il sito topdoctors.it, “uno dei principali sintomi del carcinoma dell’orecchio è la presenza di dolore per più di quattro settimane. Inoltre, anche il sanguinamento (associato al dolore) è indice di questa patologia, insieme alla sensazione di prurito e formicolio. Alcuni dei sintomi più comuni di carcinoma dell’orecchio medio e interno sono: incapacità di muovere la faccia dal lato interessato; dolore all’orecchio; perdita della capacità uditiva; gonfiore nei linfonodi del collo; mal di testa ricorrente”. Come dicevamo, è difficile formulare una corretta diagnosi del tumore all’orecchio ed è perciò importante valutare eventuali sintomi insieme ad uno specialista e monitorarli nel corso del loro manifestarsi. 

Ma quali sono, invece, le cause del tumore all’orecchio? A tal proposito, esistono diversi motivi per cui questa rara malattia può insorgere ma, in genere, questo tipo di neoplasia può manifestarsi in seguito ad alcuni tipi di trattamenti all’orecchio, a cui il paziente è stato sottoposto nel corso della propria vita, anche in tenera età. Mentre per quanto ne riguarda la prevenzione, purtroppo ad oggi non esistono ancora dei metodi concreti e comprovati scientificamente che possano accertare la prevenzione dello sviluppo del cancro ma, come nel caso di qualsiasi altra malattia, anche per questa un’alimentazione sana, varia e adeguata può rivelarsi un valido alleato per ridurre il rischio di contrarla. 

Ma non è tutto per quanto riguarda i sintomi, difatti, nel caso in cui dovessero manifestarsi delle ferite sanguinanti o che si trasformano in ulcere, è bene sospettare la presenza del tumore e rivolgersi ad un otorino quanto prima. Lo specialista saprà appunto dirci meglio su quali possono essere le migliori analisi e terapie da seguire per scongiurare la possibilità che si tratti davvero di cancro all’orecchio o meno. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteI segreti per avere un seno perfetto e sodo
Articolo successivoPer perdere peso tutto ciò che serve è un pizzico di pepe (lo dice la scienza)