Gelatina animale nelle caramelle: ecco come viene realizzata

0
1230
Gelatina animale nelle caramelle: ecco come viene realizzata

E’ brutto a sapersi, ma è consentito dalla legge e pare non faccia male: avete presenti quelle caramelle gommose che tanta soddisfazione danno quando le mangiamo perché ci consentono di masticare con forza restituendoci un sapore dolce e una sensazione morbida? Bene, ecco cosa usano le industrie dolciarie per produrre quella sensazione di morbidezza…

Caramelle gommose

Le gelatine animali si ottengono per idrolisi dal collagene, una proteina che è il componente principale del tessuto connettivo degli animali (tendini, legamenti, ossa, cartilagini).
La gelatina alimentare si ottiene normalmente dalla pelle dei maiali o di altri animali da allevamento.

Di cosa sono fatte le caramelle gommose?

Ecco dunque svelato che cosa mangiamo quando mettiamo in bocca una di quelle buonissime e coloratissime caramelle gommose che… una tira l’altra (subito dopo sembra di aver mangiato un bue, ammettiamolo, e forse qualcosa di vero c’è!).

La maggior parte della gelatina prodotta in Europa proviene dalle cotenne suine: in particolare l’80% è pura e derivata da cotenna di maiale, il 15% proviene da spaccatura bovina (lo strato intermedio tra pelle superiore e strato sottocutaneo), e il 5% da ossa di maiali o bovini e dal pesce.

gelatina animale in pasticche

Non solo nelle caramelle, ecco dove si trova la gelatina animale

In realtà si tratta dell’ingrediente E441 che, in codice, vuol dire proprio gelatina animale  e non si trova solo nelle caramelle gommose.
La produzione mondiale annua si assesta attorno alle 400mila tonnellate e viene infatti utilizzata anche nell’industria farmaceutica, ad esempio per la preparazione di pastiglie e supposte, ma specialmente nelle capsule che contengono medicinale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here