Sport con il caldo: consigli da seguire per non sentirsi male

0
965
Sport in estate con il caldo

Attività fisica anche in estate: si deve fare ed è per tutti o è solo una fissazione degli sport addicted super allenati?

A giudicare da quanti fanno sport anche in estate nonostante le temperature elevate, si direbbe che la maggior parte delle persone ama fare attività fisica anche con il gran caldo, specie coloro che si sono allenati durante tutto l’anno; per i principianti non è però il caso di cominciare proprio in Luglio e Agosto, magari andando a correre proprio nelle ore più calde, seguendo uno degli errori/orrori più comuni (e che possono danneggiare gravemente la salute), ovvero il pensiero che più si suda e più si dimagrisce! Niente di più sbagliato.

Bere molto è fondamentale per quando si fa sport con il caldo

Come fare sport senza soccombere alle alte temperature

Come prima cosa è importante scegliere le primissime ore del giorno, più che quelle al tramonto, quando resta comunque l’umidità della giornata trascorsa e gli insetti (come le zanzare) sono molto più presenti e fastidiosi.

Dopo la scelta del momento in cui uscire è necessario sapere che bisogna essere sufficientemente idratati prima dello sforzo, ma senza esagerare: 600 millilitri di acqua o di una bevanda sportiva consumati in anticipo sull’inizio della corsa, della bicicletta o di altro sport aerobico all’aria aperta, sono sufficienti per far stare bene il nostro organismo senza che i muscoli soffrano della disidratazione dovuta alla sudorazione.

Ciò che conta, inoltre, è anche rinfrescare il corpo e la testa durante lo sforzo. Bagnarsi la testa, il collo e le braccia non reintegra i liquidi persi e non abbassa la temperatura del corpo (è il sudore che svolge il colpito di mantenere fresco lʼorganismo e perché questo processo sia efficace è necessario mantenere il giusto livello di idratazione), ma dà comunque una sensazione momentanea di freschezza che ci fa tirare un sospiro di sollievo.

Alla fine dell’allenamento, poi, per un veloce recupero dei minerali e delle energie perse, è importante reidratarsi ed ingerire carboidrati. Cibi e bevande contenenti sodio contribuiscono ad una rapida e completa reidratazione.
Dividendo il proprio peso corporeo per due, si ottiene il numero dei grammi di carboidrati da consumarsi entro la prima ora dopo la fine dellʼattività sportiva.

Perché continuare a fare sport anche d’estate

Con uno stop all’attività fisica si rischia di perdere gran parte di quel tono muscolare che, con tanto sudore, si era conquistato durante l’inverno o di riprendere i chili di troppo che con fatica eravamo riusciti a mandar via. Inoltre è più difficile ripartire che allenarsi in modo costante durante l’anno. Un’interruzione totale dell’attività fisica porta gli apparati motori, scheletrici e muscolari ad “arrugginirsi” con il rischio che una nuova partenza porti a problemi e traumi.

E’ vero che in estate ci sentiamo più stanchi, problema dovuto alla perdita di sali minerali che vengono espulsi per il caldo durante il giorno con la sudorazione, ma è anche vero che possiamo bere maggiormente e che ci possiamo allenare in ambienti confortevoli e climatizzati o perché no, all’interno di una bella piscina.

Insomma anche d’estate avere cura del proprio fisico deve diventare un principio, una priorità, e la ricerca del benessere uno stile di vita che non può ammettere interruzioni.

Quali sport preferire con il caldo estivo?

Se non vuoi rinunciare allo sport, ma il caldo ti fa soffrire, puoi sempre cambiarlo, purché lo si faccia e non ci si fermi completamente, ad esempio optando per uno sport d’acqua.

Una nuotata, un’ora di acquagym o hydrobike, una lezione di aerobica in acqua sono tutte delle ottime soluzioni per tenersi in forma senza essere sopraffatti dal caldo.

In generale, l’estate non è il periodo dell’anno per migliorare le proprie prestazioni sportive: infatti bisogna adattare programmi e obiettivi al caldo, dunque rimodulandoli “al ribasso”.

E’ stupido (oltre che pericoloso) cercare di combattere contro il caldo.

Ricordati che correre troppo veloce non fa dimagrire. La regola è sempre non strafare, ma cercare di aumentare un po’ la tua frequenza cardiaca, chiamata soglia lipidica, perché è così che riesci a consumare il tessuto adiposo, causa di tante patologie come l’obesità e il diabete che, se trascurate, possono tramutarsi in malattie gravi.

Dunque, meglio un po’ di spot tutti i giorni, no? Facciamo bene al fisico, ci vediamo più belli e attraenti, e soprattutto facciamo bene all’umore e aiutiamo a dissipare lo stress.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here