Crawling: modellare gambe e punto vita, eliminando la cellulite

0
6197
Crawling: modellare gambe e punto vita, eliminando la cellulite

Crawling arriva dal verbo “to crawl”, letteralmente “gattonare”, un’attività fisica basata, appunto, sulla camminata a gattoni tipica dei neonati. Possibile?
Avete capito bene: da quest’anno, direttamente nelle palestre, questa nuova disciplina dall’America. Ecco gli esercizi da fare e i muscoli che migliorano sensibilmente con questo sport, anche se lo fate da soli, anche all’aria aperta. Perché farlo? Eccezionale contro la cellulite e per come modella gambe e punto vita.

Crawling, attività fisica contro cellulite

Secondo i trainer statunitensi, non è un caso che i bambini imparino a gattonare prima ancora di saper camminare: il crawling li aiuta a sviluppare una buona postura, agevola la coordinazione occhio – mano, e stimola connessioni naturali all’interno del cervello che consentono una migliore comunicazione tra l’emisfero destro e quello sinistro.
Questo fa sì che si tratti di una disciplina che riduce anche lo stress. Quando cresciamo, questo tipo di postura viene via via abbandonata, le spalle si incurvano, il collo si piega, e può subentrare il dolore alle articolazioni o alla schiena; 10 minuti di crawling andrebbero introdotti nella propria routine d’allenamento.

crowling

Come fare crawling nel modo corretto

Siccome il crawling è un tipo di allenamento che non richiede particolari attrezzi, e si può praticare sia a casa che all’aria aperta. I movimenti e la respirazione effettuati sono un toccasana dopo la corsa.

Tutto quello che serve è un tappetino da yoga, ma se siete all’aria aperta potete anche farlo sul prato, a contatto con l’erba. La prima fase è il crass-crowl: si comincia in piedi, in posizione eretta, praticando un esercizio molto semplice: mentre si cammina sul posto, si porta a contatto il gomito destro con il ginocchio sinistro e viceversa, il gomito sinistro con il ginocchio destro, creando un contatto “a x”.

Dopo aver praticato un paio di volte questo riscaldamento, si passa al crawling vero e proprio. Fermi sul posto, carponi, appoggiati sulle mani e sulla punta dei piedi, oppure su gomiti e ginocchia, e gattonate per una decina di minuti, respirando lentamente e accompagnando i respiri ai movimenti lenti di braccia e gambe.

Potete anche muovervi in cerchio, riposare qualche minuto e poi ricominciare. Ripetete l’allenamento ogni giorno, per dieci minuti, per fare in modo che il corpo diventi sempre più tonico ed elastico. Il crawling è la tendenza fitness del momento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here