I benefici dei lavaggi nasali contro raffreddore e allergie stagionali

0
92

Il naso chiuso, che sia provocato da un raffreddore o da un’allergia, rappresenta una condizione senza dubbio fastidiosa. Se non respiriamo bene, infatti, svolgiamo con fatica tutte le attività quotidiane, comprese quelle più semplici: le vie aeree ostruite, del resto, causano frequenti emicranie, disturbi del sonno, stanchezza e spossatezza. Non bisogna dimenticare, inoltre, che il ristagno di muchi all’interno delle narici può avere conseguenze ben più gravi, come le bronchiti e le polmoniti. Da ciò si capisce quanto sia essenziale risolvere il prima possibile una simile problematica.

Un ottimo rimedio consiste nei lavaggi delle vie respiratorie, da effettuare con specifici strumenti chiamati docce nasali. Esse permettono di inalare soluzioni saline o fisiologiche, appositamente studiate per liberare il naso dal muco in eccesso e per curare determinate patologie connesse alla respirazione. Tali prodotti sono davvero utili in varie situazioni: i medici li consigliano non solo in caso di raffreddore, ma anche contro le congestioni dovute alle allergie stagionali. Se vi state chiedendo come scegliere la doccia nasale, è importante innanzitutto precisare che ne esistono numerose tipologie, differenti per prezzo, dimensioni e funzionalità. Vi sono, ad esempio, docce nasali con aerosol incluso, portatili, a ultrasuoni e così via. Un oggetto del genere è adatto tanto agli adulti quanto ai bambini, naturalmente su suggerimento di un esperto del settore. 

I benefici delle docce nasali

I lavaggi delle vie aeree offrono diversi vantaggi. Un primo beneficio che dobbiamo mettere in evidenza corrisponde all’eliminazione dei batteri comunemente presenti nelle narici: sarà possibile, in questo modo, non solo respirare meglio nell’immediato, ma anche prevenire eventuali malattie future grazie a una corretta pulizia delle cavità nasali. È il caso, ad esempio, di quei bambini che d’inverno sono soggetti a frequenti raffreddori, e che grazie a una soluzione di questo tipo vedranno rinforzate le proprie difese immunitarie. I lavaggi nasali, in realtà, sono utili in qualsiasi periodo dell’anno, poiché combattono sia i virus e i batteri, sia le allergie stagionali o perenni. Chi è sensibile alla polvere o al polline troverà nelle docce nasali un prezioso alleato.

Vi sono, tuttavia, anche altre situazioni in cui è opportuno ricorrere a un lavaggio delle vie respiratorie. Pensiamo a coloro che soffrono di anomalie come la deviazione del setto o l’ipertrofia dei turbinati: simili fastidi, dovuti in genere alla genetica o ad un trauma, possono essere alleviati con questo sistema. Lo stesso vale per problemi non strettamente connessi al naso, come l’alitosi o l’otite, che possono andare incontro a miglioramenti se si fa uso dello strumento in questione. Le docce nasali sono versatili, indicate per varie circostanze e per ogni fascia d’età.

Alcuni consigli relativi ai lavaggi nasali

Come abbiamo sottolineato in precedenza, i lavaggi nasali sono estremamente funzionali ma richiedono comunque il consiglio di un medico o di un farmacista. Solo un professionista, infatti, saprà suggerire il modello più adeguato alla singola esigenza e, ovviamente, il tipo di medicinale da somministrare. Un esperto, inoltre, vi terrà informati su eventuali controindicazioni e sulle situazioni in cui è preferibile non ricorrere al lavaggio, per esempio in caso di lesioni o di infiammazioni delle narici. Un’altra raccomandazione: non bisogna mai servirsi di soluzioni troppo salate o troppo calde, le quali potrebbero recare danno alle vie respiratorie. Tutto questo vi sarà comunicato dal medico di fiducia. 

Già si è detto, inoltre, che le docce nasali sono convenienti tanto per gli adulti quanto per i bambini. Questi ultimi dovrebbero sottoporsi al trattamento una volta al giorno anche se non soffrono di naso chiuso, proprio per evitare che incorrano in futuro in tale disturbo. Gli adulti, invece, possono effettuare il lavaggio delle cavità aeree anche in due momenti diversi della giornata, ad esempio a metà mattinata e prima di andare a dormire. Il muco, i batteri e gli allergeni diventeranno così soltanto un brutto ricordo: l’importante è non esagerare con le somministrazioni quotidiane nella speranza di ottenere un risultato migliore in poco tempo. Se desiderate servirvi di una soluzione salina fatta in casa, ricordate di non utilizzare l’acqua di rubinetto, spesso ricca di calcare e di impurità, e di adoperare invece quella distillata, bollita e poi fatta raffreddare. Pulire bene le narici significa rinunciare ai mal di testa, alle sinusiti e, in generale, a ogni forma di malessere determinato dal naso ostruito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here