La tua tiroide funziona bene? I sintomi (apparentemente banali) da non sottovalutare

0
1276

La tua tiroide funziona bene? I malfunzionamenti della tiroide sono piuttosto frequenti ma spesso vengono sottovalutati o confusi con altre problematiche più banali. La tiroide è una ghiandola endocrina piccolissima, a forma di farfalla, che si trova nella parte anteriore del collo e produce ormoni. Non solo: influenza la respirazione, il battito cardiaco, il sistema nervoso e la temperatura corporea, inoltre regola la crescita e il metabolismo. È fondamentale, dunque, per il benessere di tutto il corpo, che funzioni.

In Italia, per dire, circa 1 persona su 10 ha problemi di tiroide. Le donne sono più predisposte, pensate che i disturbi della tiroide sono 10 volte più frequenti nelle donne che negli uomini. Tra i disturbi più frequenti ci sono l’ipotiroidismo, quando la tiroide funziona troppo poco e produce una quantità insufficiente di ormoni e l’ipertiroidismo che si verifica quando la ghiandola produce invece troppi ormoni. Ma cosa provoca problemi alla tiroide? Chi ha in casa familiari con problemi di tiroide, ha maggiori probabilità di svilupparne a sua volta. Anche il fumo di sigaretta aumenta il rischio di sviluppare una patologia tiroidea. Continua a leggere dopo la foto

L’assunzione di alcuni farmaci, una scarsa assunzione di iodio nella dieta e l’esposizione a radiazioni sono altri fattori di rischio. Nella tiroide si possono possono anche formarsi noduli che, il più delle volte, sono benigni ma, ovviamente, dovrà essere il medico a confermarlo, dopo aver sottoposto il paziente agli esami del caso, se necessario.
Vediamo quali sono i sintomi più comuni dell’ipertiroidismo.

Chi soffre di ipertiroidismo mangia spesso e molto e non prende peso (che può sembrare una fortuna in realtà l’ipertiroidismo è una cosa seria e va curato); si sente spesso nervoso e ha problemi di insonnia; si riscontrano anche palpitazioni, una aumentata sudorazione e intolleranza al caldo. Altri sintomi sospetti: ciclo mestruale irregolare, debolezza di unghie e capelli, ansia e irritabilità. Continua a leggere dopo la foto

L’ipotiroidismo, invece – cioè una ridotta produzione di ormoni tiroidei – si riscontra più frequentemente nella popolazione occidentale e si manifesta con aumento di peso senza che sia aumentato il cibo introdotto; intolleranza al freddo, sonnolenza, ritenzione di liquidi, pelle secca e pallida, stanchezza cronica, gonfiore del volto e costipazione. Anche una difficoltà a concentrarsi e un rallentamento nel movimento e nel parlare possono essere indizi di una tiroide che funziona poco.

Nel dubbio, meglio rivolgersi al medico che, se lo ritiene opportuno, farà fare al paziente dei test per confermare il malfunzionamento. Altra problematica che si riscontra con frequenza sono i noduli alla tiroide. Sono tantissime le donne, soprattutto quelle tra i 30 e i 50 anni, che hanno noduli alla tiroide. La maggior parte di esse non lo sa – i noduli non danno sintomi – e lo scopre mentre sta eseguendo esami clinici per altri motivi. Continua a leggere dopo la foto

Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di noduli benigni che non danno problemi. Ma come si fa a capire se si hanno noduli alla tiroide? L’esame più adatto è l’ecografia, un esame per nulla invasivo che permette di vedere la ghiandola ed eventualmente scoprire la presenza di noduli. C’è anche un autoesame – da ripetere un paio di volte all’anno – che permette di controllarsi (per poi eventualmente contattare uno specialista). Servono uno specchio e un bicchiere di acqua.

Mettiti davanti allo specchio e osserva con attenzione la parte frontale inferiore del collo; tira indietro la testa, bevi un bicchiere di acqua e guarda il tuo collo mentre la ingerisci. Se mentre mandi giù noti qualche sporgenza o protuberanza, potrebbe esserci un nodulo. Se non noti nulla, dovrebbe essere tutto a posto. Nel caso, comunque tu abbia sospetti che qualcosa non vada nel tuo corpo, rivolgiti al medico, solo lui potrà dirti di che si tratta e saprà consigliarti cosa fare.

Intestino, come ripulirlo e fondo e disintossicarlo in pochi giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here