Cicogna bianca uccisa dai bracconieri in provincia di Cosenza

0
2384
Bracconieri trovano una cicogna bianca in Calabria: il nido preso a fucilate

È simbolo dell’amore coniugale, ma anche di quello per i figli. Si prende amorevole cura dei piccoli che alleva nel nido. La cicogna è un uccello ben voluto dalla gente, che ne saluta sempre con gioia la presenza e la considera una tra gli animali selvatici più apprezzata.

A Rende, in provincia di Cosenza (Calabria), ecco cosa hanno fatto dei bracconieri ad una cicogna che aveva nidificato su un traliccio della luce.

il nido della cicogna sulla cima del traliccio

L’hanno riempita di pallini da caccia. Ed è una specie protetta!
Un esemplare di cicogna bianca è stato ucciso a colpi di fucile da caccia nel Cosentino.

Lo rende noto la Lipu di Rende. Il volatile è stato trovato privo di vita, adagiato nel suo nido, posto su un traliccio in una zona al confine tra i comuni di Luzzi, Lattarico e Torano. L’esame radiografico, effettuato sulla carcassa della cicogna, recuperata da volontari e tecnici dell’Enel, ha messo in evidenza la presenza di una serie di pallini da caccia che hanno perforato l’animale senza dargli scampo.

«Si tratta di un atto gravissimo e inqualificabile – hanno sostenuto i responsabili della Lipu di Rende – ai danni di una specie protetta che, proprio grazie al nostro lungo lavoro sta ricolonizzando, le due province di Cosenza e Crotone. Abbiamo intenzione di sporgere denuncia contro ignoti e per questo chiediamo l’istituzione del Daspo, ovvero la sospensione immediata della caccia anche per i prossimi anni nella zona che è stata interessata da questo grave episodio di bracconaggio.»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here