Addio ammorbidente: ecco i trucchetti per avere un bucato sempre morbido e pulito

0
2004

La sensazione che si prova nell’indossare una maglia o un maglione appena lavato è a dir poco piacevole: è come ricevere un dolce e caloroso abbraccio, si sa. Eppure, ciò che spesso in molti ignorano è il fatto che per ottenere questo, il più delle volte, ci si affida ai classici prodotti da banco come l’ammorbidente, ad esempio. Oltre ad essere dannoso per i tessuti dei nostri capi, a lungo andare l’ammorbidente potrebbe rivelarsi anche piuttosto tossico per la nostra salute (ciò che è di origine industriale difficilmente può far il contrario) e parecchio inquinante per l’ambiente, quindi, ecco il motivo per cui all’interno di questo articolo abbiamo deciso di parlarvi dei migliori ‘trucchetti della nonna’ per ottenere un bucato sempre morbido e profumato con prodotti 100% naturali. Vediamo quali sono nel dettaglio!

Dunque, il primo trucchetto che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare un prodotto che da sempre è parecchio apprezzato per le sua versatilità in ambito domestico, ovvero il bicarbonato di sodio. Come suggerisce il sito greenme.it, tutto ciò che occorrerà fare a tal proposito sarà: “sciogliere mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio in acqua e aggiungere in lavatrice per il lavaggio degli indumenti. Il bicarbonato riduce l’elettricità statica dei tessuti e addolcisce l’acqua ( in chimica si definisce una “sostanza tampone“). Cosi facendo, i propri indumenti saranno sempre morbidi e indori grazie anche alle capacità deodoranti di cui il bicarbonato gode: provare per credere!

Oppure, in alternativa al bicarbonato un altro validissimo prodotto utile per ammorbidire e detergere il proprio bucato è l’aceto. Oltre ad essere utile per eliminare ogni traccia di cattivo odore, l’aceto lo si può definire come un ammorbidente naturale a tutti gli effetti: la sua composizione farà in modo che possa esser eliminato ogni residuo di detersivo o di calcare depositato tra le fibre dei tessuti, lasciando questi perfettamente puliti ed igienizzati. Per utilizzare l’aceto come alternativa al classico ammorbidente per bucato, tutto ciò che occorrerà fare sarà aggiungerne un bicchiere nel cestello della lavatrice prima del lavaggio e (ovviamente) separato dal detersivo. 

In fine, un ultimo utile trucchetto consiste nell’inserire all’interno della lavatrice, durante il lavaggio, un foglio di alluminio (carta stagnola) accartocciato ed in mezzo ai panni. Come riporta donnamoderna.com: “inserire la pallina d’alluminio all’interno del cestello facilita il movimento meccanico della lavatrice, permettendole di funzionare al meglio. Dall’altro, l’alluminio riduce l’elettricità statica degli indumenti in movimento. Molti non sanno che è proprio quest’ultima la maggiore responsabile dell’indurimento del bucato. Di conseguenza diminuirla significa renderlo decisamente più morbido, senza bisogno di ricorrere all’ammorbidente”. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl potente grassatore ‘tuttofare’ a base di tè
Articolo successivoGli utilizzi del bicarbonato per la tua bellezza