Allergie primaverili: alcuni rimedi naturali

0
1110

La primavera è una stagione stupenda perché ci offre nuovi colori e profumi. Tuttavia porta con se anche la classica “stanchezza”, dovuta dalla fin troppo recente uscita dal letargo invernale, e le allergie primaverili.

I sintomi più comuni delle allergie primaverili sono la gola secca, mal di testa, sonno irregolare, starnuti ripetuti e naso che cola.

Un rimedio naturale contro le allergie primaverili è il ribes nigrum come gemmoderivato. Vengono utilizzate per questo rimedio naturale solo le gemme, le radichette, i nuovi getti. Vengono fatti macerare in alcol, glicerina e acqua. Il ribes nigrum agisce come simil-cortisonico e antinfiammatorio. Per questo motivo trova largo impiego nei trattamenti naturali contro le allergie.

Altro antistaminico naturale gentilmente offerto dal campo della fitoterapia è l’estratto secco da foglie e semi di Perilla. E’ un pronto-soccorso molto prezioso, sia da usare in via preventiva, sia quando se ne ha bisogno. In pratica inibisce il rilascio d’istamina.

Ottimo in caso di rinite allergica anche la Scutellaria Baicalensis, un’erba che cresce nella Cina del Nord e in Siberia.

Ovviamente è molto importante evitare il più possibile la causa dell’allergia e soprattutto conoscere il “nemico”. Non tutti i pollini infatti provocano la stessa reazione nel soggetto allergico e un test allergologico in questo caso sarà di grande aiuto!

CONDIVIDI
Articolo precedenteCelestina: proprietà e benefici
Articolo successivoFiori di Bach: Gorse
La Redazione del portale SoluzioniBio.it - dedicato ad Alimentazione Sana, Benessere e Stile di Vita, Prodotti Naturali e Bio, Cosmesi Naturale e Rimedi Naturali (quelli "della nonna", della nostra preziosa tradizione che non deve andare dispersa) - è composta da editori e giornalisti appassionati al tema del vivere bene fisico e psichico, seguendo il più possibile la Natura, evitando al massimo di intossicare il corpo e l'ambiente di vita con sostanze chimiche che portano con sé sempre degli effetti collaterali e nocivi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here