Bucato disinfettato e senza batteri: 3 igienizzanti naturali da aggiungere al nostro lavaggio

0
1680

Spesso lavare i capi in lavatrice non è sufficiente per avere i panni completamente sicuri e igienizzati, soprattutto se si tratta di biancheria sudata, ora che comincia a fare caldo. Il sudore non è altro che la fuoriuscita di sali minerali e produzione di batteri, a contatto con la pelle. Quindi diventa importante aggiungere al detersivo tradizionale un additivo che abbia funzione battericida, che dia una mano a disinfettare completamente e ad igienizzare gli indumenti, in modo da mantenere il bucato anche fresco e pulito e per garantire la salute di tutta la famiglia.

Spesso l’utilizzo di prodotti chimici può provocare allergie e dermatiti e, non essendo biodegradabili, causare anche inquinamento. Non sempre è possibile usare la candeggina, soprattutto se si ha a che fare con tessuti delicati o colorati ma esistono altri prodotti, anche naturali, che possono essere utilizzati per ottenere lo stesso risultato e ripulire così i capi da germi e batteri garantendone l’igiene.

Ecco 3 modi per disinfettare e igienizzare il bucato con rimedi naturali.

1. Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è molto economico ed è anche un ottimo germicidaantibatterico, oltre che igienizzante e anti-odorante. Uno o due cucchiai di bicarbonato possono essere aggiunti nell’acqua dell’ammollo del bucato o direttamente nel cestello della lavatrice. L’importante è non mescolare mai aceto e bicarbonato perché si inattiverebbero a vicenda.

2. Aceto

L’aceto è un buon disinfettante, oltre che sgrassante e deodorante. Indicato per togliere le macchie, anche le più ostinate, e fissare i colori al primo lavaggio. Basta mettere i capi in ammollo in una bacinella contenente acqua calda e mezza tazza di aceto bianco. Dopo una notte sarà sufficiente lavarli come di consueto. Aggiunto nella vaschetta di risciacquo, è anche un ottimo anticalcare che fa durare più a lungo la lavatrice o, usato al posto dell’ammorbidente, evita che detersivo e calcare “induriscano” le fibre dei tessuti lasciandoli morbidi al tatto. Aggiungere mezza tazza di aceto direttamente quando si fa un lavaggio, aumenta il potere pulente del detersivo stesso, rendendo i colori più intensi e brillanti. Rimuove anche gli aloni dei deodoranti dagli indumenti ed elimina i cattivi odori, soprattutto quelli di cucina e di sigaretta. Inoltre, se si aggiunge l’aceto al normale ciclo di lavaggio, sarà in grado di ripulire i capi dai peli di animali.

3. Limone

Il limone è un ottimo alleato per disinfettare e profumare il bucato. Basta aggiungerne qualche goccia al detersivo a mano o in lavatrice. Se si hanno capi di lana morbidi e delicati, è sufficiente lasciarli in ammollo per un giorno in una soluzione di acqua e succo di limone (2 limoni per ogni litro di acqua). Per ravvivare la seta, invece, basta insaponarla, sciacquarla e lasciarla a bagno per qualche ora in acqua e succo di limone.