Come lavare il materasso e pulirlo dal sudore

0
13026

Si sa, il caldo estivo è fastidioso in qualsiasi momento della giornata ma lo è in particolare modo durante la notte, quando si suda e si inizia a rigirarsi nel letto senza tregua. Quando questo accade, sebbene si possano cambiare le lenzuola il mattino seguente, il materasso viceversa resterà sempre impregnato di sudore e poco fresco, cosa che non farà altro che peggiorare la situazione per le notti successive. Ad ogni modo, per quanto pulire un materasso possa sembrare un’impresa affatto semplice, in realtà esistono alcuni rimedi ‘casalinghi’ davvero ingegnosi i quali, tramite l’utilizzo di alcuni prodotti naturali, sono in grado di rinfrescare il proprio materasso e di pulirlo dagli aloni di sudore. Ma procediamo con ordine vediamo nel dettaglio quali sono questi rimedi. 

Dunque, iniziamo col parlare della ricetta per preparare una soluzione in grado di rinfrescare, profumare oltre che pulire il materasso, anche se impregnato di sudore. Tutto ciò di cui si avrà bisogno saranno: 500ml di acqua, 25 gocce di olio essenziale (a preferenza) e 2 cucchiai di bicarbonato. “Mettete due cucchiai di bicarbonato di sodio in una ciotola con l’acqua e versate, poi, le gocce di olio essenziale. Il bicarbonato vi aiuterà a trasportare gli oli essenziali e gli permetterà di mescolarsi con l’acqua in modo che non si separino. Inoltre, il bicarbonato è ottimo contro i cattivi odori e assorbe l’umidità che può causare muffe e funghi. Mescolate, quindi, tutti gli ingredienti, immergete un panno nella soluzionecosì ottenuta e passatelo sul materasso. Dopodiché, lasciate asciugare” come suggerisce il sito vivodibenessere.it

Altrimenti, nel caso in cui si dovesse disporre soltanto del bicarbonato in casa, allora nessun problema: questo sarà molto efficace anche da solo! Basterà spargerne un pò direttamente sulla superficie del materasso e lasciarlo agire un’intera giornata, prima di rimuoverlo aiutandosi con una spazzola morbida o con l’aspirapolvere. I risultati? Saranno impeccabili: provare per credere. Invece, se le macchie da trattare dovessero risultare più ostinate del previsto, allora una soluzione a base di aceto e limone farà al caso proprio; occorrerà passare sulla macchia un panno imbevuto con aceto e limone appunto, facendo attenzione di asciugare sempre bene l’acqua (aiutandosi con un phon), ai fini di evitare di rovinare il materasso. Aceto e limone sono la soluzione ideale anche per eliminare altri tipi di macchie oltre il sudore, come caffè o tè, ad esempio. 

In fine, “in caso di macchie persistenti, difficili da eliminare, utilizziamo l’acqua ossigenata. Diluiamo qualche goccia di questo prodotto nell’acqua e immergiamo il panno che utilizzeremo per strofinare la macchia. Se la macchia ancora non si toglie, versiamo qualche goccia di acqua ossigenata direttamente sul materasso, ma senza esagerare per non smacchiare il tessuto” come riporta carillohome.com. L’azione sgrassante e pulente esercitata dall’acqua ossigenata, eliminerà qualsiasi macchia o traccia di sporco presente sul tessuto del proprio materasso, garantendo quindi risultati impeccabili! 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome snellire il girovita con 3 movimenti
Articolo successivoDenti bianchi e perfetti grazie a questi metodi ‘fai da te’