Li chiamiamo “porri” ma il vero nome è fibromi penduli. Sono innocui ma antiestetici e si eliminano così

0
469

Spesso vengono chiamati “porri” ma il loro nome corretto è fibromi penduli. Cosa sono? Si tratta di escrescenze cutanee che in genere sono di piccole dimensioni ma che possono arrivare anche a dimensioni considerevoli. Per la precisione queste “escrescenze” sono dei tumori ma benigni e non c’è praticamente alcuna probabilità che diventino tumori maligni. Il punto è che i fibromi penduli non sono bellissimi e possono creare disagio in chi li ha. Anche perché questi “porri” di solito compaiono sul viso, sulle palpebre, sul collo ma anche su altre parti del corpo quali le ascelle.

Tendono a colpire di più le persone sovrappeso e in genere spuntano dopo i 40 anni. È raro che compaiano prima ma non impossibile.
Ma perché compaiono i fibromi penduli? Non è ancora chiara la causa ma a quanto pare può incidere lo sfregamento. Non a caso alcuni punti del corpo come le ascelle o le palpebre – dove compaiono più spesso – sono anche punti soggetti a sfregamento. A ogni modo, non sono pericolosi, non danno fastidio e molto difficilmente evolvono in tumori maligni. Però non ci piacciono. Continua a leggere dopo la foto

Ecco perché vogliamo eliminarli. Meglio se con rimedi naturali. Un rimedio che li elimina senza dolore e senza danni è quello con il filo di cotone. Con il filo di cottone avvolgete il fibroma alla base in questo modo si seccherà e cadrà da solo.
Un altro ottimo rimedio per i fibromi penduli è l’aceto. Basta strofinare un batuffolo di cotone imbevuto nell’aceto sul fibroma pendulo. L’operazione va ripetuta un paio di volte al giorno. Dopo qualche settimana il colore del fibroma pendulo cambierà e questo diventerà più scuro poi si staccherà da solo.

Anche il tea tree oil è un rimedio ottimo per eliminare i fibromi penduli. In questo caso si tamponano due o tre gocce di olio essenziale sul fibroma per due volte al giorno e dopo qualche settimana non ne sarà rimasta traccia. Continua a leggere dopo la foto

L’aglio è un altro rimedio naturale che non vi deluderà. Prendete uno spicchio di aglio, pulitelo per bene e schiacciatelo fino a ottenere una pasta che poi andrete ad applicare sul fibroma pendulo. Dopo aver spalmato la pasta d’aglio, coprite la zona con una garza. Se lo fate prima di andare a letto, potete tenere in posa l’aglio tutta la notte e poi risciacquare al risveglio. Ripetere fino a quando il fibroma non sarà caduto.

Se l’odore dell’aglio vi mette un po’ pensiero, potete provare con il bicarbonato che ha senza dubbio un odore meno impegnativo. Vi basta un cucchiaino di bicarbonato e mezzo cucchiaio di olio di ricino. Mescolate i due ingredienti e applicate la pasta ottenuta sui fibromi penduli. Lasciate agire 20 minuti e risciacquate. Ripetete tutti i giorni fino alla sparizione del porro. Continua a leggere dopo la foto


Un altro gran rimedio per rimuovere i porri è il succo di limone. Come si usa? Spremi il succo di un limone, applica il succo sui fibromi e lascia agire senza risciacquare. Ripeti tre volte al giorno e vedrai che il fibroma svanirà in poco tempo. Un rimedio che dovrebbe agire in una notte è quello a base di dentifricio, olio e bicarbonato.

Mescola i tre ingredienti in parti uguali e otterrai un composto denso. Applica sul fibroma pendulo e lascia agire tutta la notte. Al risveglio il fibroma dovrebbe essersi seccato. Eventualmente ripeti il giorno seguente.
A eccezione di questo ultimo rimedio che è più rapido, affinché gli altri funzionino, è necessario che siate costanti. Se dopo pochi giorni non vedete grossi cambiamenti, non mollate!

Pelle perfetta e zero brufoli: la tattica più potente è tutta naturale