I Fiori di Bach

0
2113

I Fiori di Bach o rimedi floreali di Bach sono una cura alternativa basata sulla Floriterapia ideata dal medico Edward Bach.

Bach fu, dunque, colui che ha ispirato e fondato la moderna Floriterapia. Il medico britannico sosteneva che questa forma di terapia dovesse risultare semplice e accessibile a tutti. Infatti, secondo le sue teorie, ognuno di noi è in grado di effettuare una diagnosi su se stesso avendo le potenzialità e le sensibilità necessarie. Inoltre, era fermamente convinto che la terapia da lui elaborata dovesse avere un escusivo uso preventivo e priva di qualsiasi forma di effetto indesiderato sul nostro organismo. La Floriterapia di Bach si basa sul principio secondo il quale, nel curare una persona, si debba prima di tutto considerare il fattore preventivo e in secondo luogo la conoscenza dei disturbi a livello psicologico. Questi disturbi determinano la sintomatologia e ogni fiore coadiuva la cura del disturbo di origine psicologica che causa un determinato malessere a livello fisico. In altre parole, a monte di ogni disturbo fisico esiste quello che comunemente viene definito “fiume di energia”, originato a livello psicologico. Così, ad ogni disturbo psicosomatico, provocato dallo sfogo di questa “energia” corrisponde un determinato disturbo emotivo.
Il Dott. Edward Bach constatò che molti individui dal carattere e dall’atteggiamento simile presentavano anche lo stesso tipo di disturbo. Concluse quindi che le persone con una tendenza mentale negativa risultavano più attaccabili dalle malattie e che la malattia stessa altro non era che la manifestazione di uno spiccato conflitto a livello interiore.

Perchè è utile curarsi con i fior di Bach:

Perche’ la floriterapia e’ una cura naturale il cui fine e’ quello di riportare armonia nelle nostre emozioni. Il benessere psicofisico della persona e’ importante per vivere con serenita’, positivita’ e in salute, una mente sana vive in un corpo sano. Il floriterapeuta e’ colui che aiuta a potenziare le qualita’ positive che sono dentro di noi.
Attraverso l’uso dei Fiori si vanno a riequilibrare quelle emozioni che per qualsiasi motivo sono diventate disarmoniche. Questa terapia e’ adatta a persone di qualsiasi eta’, non e’ invasiva, e’ priva di effetti collaterali e non si vuole sostituire a cure mediche o di altra natura, e’ una alternativa o un complemento.
Ci sono dei momenti nella nostra vita in cui abbiamo delle difficolta’ ad affrontare le situazioni perche’ ci sentiamo in balia di emozioni negative, a questo punto ci sono due strade che possiamo percorrere: possiamo trovare la forza di reagire da soli e puntare all’autoguarigione cercando delle soluzioni, oppure possiamo chiedere consiglio ad una persona esterna che con obiettivita’ potra’ aiutarci a tornare sereni.

Fiori di Bach: quando sono indicati? Quali controindicazioni?

Preparazione secondo il metodo originale descritto dal Dr. Bach

I fiori sono raccolti, senza toccarli, in un vassoio di vetro che contiene l’acqua di una sorgente che nasce vicino al luogo della raccolta. Il vassoio con i fiori in infusione è posto al sole nel luogo di raccolta per qualche ora.
Alcuni rimedi floreali sono preparati con il metodo della bollitura. Invece di esporre l’infuso al sole si fanno bollire i fiori nell’acqua di sorgente. Bach usava il metodo di bollitura nei casi in cui la macerazione al sole non riusciva bene: o per le temperature troppo basse nella primavera inglese, o per i fiori troppo robusti. Nel nostro clima ci limitiamo a fare solo il secondo gruppo con il metodo di bollitura.
Una volta terminata la macerazione al sole o la bollitura, l’acqua d’infusione è separata dai fiori e si aggiunge la stessa quantità di grappa per garantire la conservabilità del prodotto. Bach usava il brandy, una grappa che si produce in Inghilterra, in quanto lo considerava più puro e naturale dell’alcol denaturato normalmente utilizzato nelle medicine. L’infuso così ottenuto si chiama Madre.
Le diluizioni pronte all’uso si preparano, secondo le istruzioni di Bach, nel seguente modo: si riempie una bottiglia da 30 ml con acqua e un po’ di grappa e si aggiungono due o tre gocce della Madre di ogni fiore scelto.
Oggi in commercio si trovano soltanto rimedi floreali già diluiti: le diluizioni vanno da 1:240 fino alla 5DH (=1:100.000), come i fiori preparati dal Centro di Bach.

Dosaggio
I rimedi floreali vengono usati singolarmente oppure in miscele personalizzate. Del prodotto pronto all’uso si prendono normalmente 4 gocce 4 volte al giorno, direttamente sotto la lingua.
Non esiste un orario preciso, anche se due momenti buoni sono la mattina a digiuno e la sera prima di coricarsi. E’ preferibile assumerli lontano dai pasti. Se uno sente il bisogno li può assumere anche più di 4 volte al giorno. In casi acuti si possono diluire 4 gocce del rimedio pronto all’uso in un bicchiere d’acqua, e si beve l’acqua a sorsi durante la giornata.

Precauzioni
Nessuna. Alcuni rimedi di Bach possono, in persone sensibili, causare un aggravamento iniziale. Si tratta di una fase di consapevolizzazione che rientra nel processo di guarigione. Se l’aggravamento causa disagi prolungati basta diminuire il numero di assunzioni, per aumentarlo di nuovo quando la situazione si è ristabilita.

 

Vedi i 38 Fiori di Bach

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteFalafel-Polpette di ceci
Articolo successivoI 38 Fiori di Bach
La Redazione del portale SoluzioniBio.it - dedicato ad Alimentazione Sana, Benessere e Stile di Vita, Prodotti Naturali e Bio, Cosmesi Naturale e Rimedi Naturali (quelli "della nonna", della nostra preziosa tradizione che non deve andare dispersa) - è composta da editori e giornalisti appassionati al tema del vivere bene fisico e psichico, seguendo il più possibile la Natura, evitando al massimo di intossicare il corpo e l'ambiente di vita con sostanze chimiche che portano con sé sempre degli effetti collaterali e nocivi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here