Insonnia, rimedi naturali per ovviare al problema

0
487

E’ una patologia sempre più diffusa quella legata al disturbo del sonno e che secondo il sito stateofmind.it ‘interessa circa il 30% della popolazione e il 50% degli over 50’. Svegliarsi nel bel mezzo della notte, sentendosi stanchi ma non riuscendo più ad addormentarsi, questo è il tormento che affligge chi ne soffre, le cui conseguenze comportano cattivo umore, nervosismo, difficoltà cognitive e stanchezza durante tutta la fascia diurna della giornata. Ne esistono varie tipologie di insonnia, sono tutte però causate da sconvolgimenti di natura psichica, come ansia, stress o depressione, dovute per lo più a fattori che influenzano negativamente la qualità del riposo, come ad esempio l’utilizzo di dispositivi elettronici prima di andare a letto, oppure il consumo eccessivo di caffeina che, essendo sostanza stupefacente, altera il naturale ciclo del sonno. 

Dormire però è fondamentale, non solo da un punto di vista psichico ma anche per prevenire patologie gravi, come malattie cardiache, diabete, obesità ed ictus, quindi preservare la qualità e durata del nostro ristoro è importantissimo ai fini della nostra buona salute. Vi sono per tanto alcune sane abitudini che dovremmo rispettare, come evitare il consumo di alcolici in serata o cenare sempre in modo leggero, perfino andare a dormire sempre allo stesso orario si rivela essere importante per mantenere un buon ritmo sonno-veglia. 

Tuttavia, nel caso adottare queste misure non dovesse bastare, vi sono alcuni integratori alimentari la cui efficacia gioverà sicuramente alla nostra mente, quali sono?

Prima tra tutti è sicuramente la melatonina, anche detta ‘ormone del sonno’, prodotta da una ghiandola posta alla base del nostro cervello, la cui funzione è per l’appunto quella di regolare il ciclo sonno-veglia. La sua produzione diminuisce con l’avanzare dell’età, vi sono però alcuni alimenti di origine vegetale, che ne contengono in parte una buona quantità, tali da rivelarsi benefici ai fini del nostro scopo, come ad esempio (secondo il sito starbene.it) l’avena, il mais, il cacao e alcuni ortaggi, tra cui pomodori e cavoli. 

Anche tutti gli alimenti contenenti magnesio sono consigliati, in quanto è un elemento chimico che ha un effetto ‘rilassante’ sul nostro corpo, infatti, sempre secondo il sito starbene.it, ‘rilassa la muscolatura, quindi distende il corpo e abbassa i livelli di cortisolo, ovvero l’ormone dello stress’. Lo si può trovare in alimenti vegetali come le lenticchie, spinaci e rucola. 

In fine, ultima ma non per importanza, vi è la Valeriana, utilizzata in ambito farmaceutico come calmante naturale. E’ considerata come un rimedio alternativo ai sonniferi, in quanto gode di numerose proprietà calmanti che agiscono come ‘sedativo’ al sistema nervoso. Ottima da consumare condita al piatto, con un filo di olio e un pizzico di sale. 

Ricordiamoci che, come disse il filosofo Ludwig Feurbach, se è vero che ‘siamo ciò che mangiamo’, è anche vero che ‘siamo quel che dormiamo’, quindi gente, ricordiamoci che dormire e riposare bene è di vitale importanza per noi esseri umani. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteVaginismo, di cosa si tratta e come affrontarlo
Articolo successivoDermatite atopica o Eczema, come curarla in modo naturale