‘La benedizione di Dio’, serve ad abbassare la pressione, il diabete e molto altro

0
63254

In Italia e nel mondo, molte persone soffrono di problemi cardiovascolari più o meno gravi, come il diabete o i più comuni aumenti di pressione. Molte tra queste, per ovviare a questo tipo di problemi ricorrono all’utilizzo di farmaci e medicinali, mentre altri, invece, preferiscono affidarsi ai cosiddetti ‘rimedi della nonna’ per mantenersi in salute. A tal proposito, non tutti sanno che esiste una bevanda ottenibile con le foglie di una pianta, la quale si rivela come un valido aiuto in questi casi e che, comprovata la sua efficacia tramite studi scientifici, è in grado di tener sotto controllo gli sbalzi di pressione e il colesterolo cattivo. Di che si tratta? E’ nota come ‘la benedizione di Dio’ ma il suo vero nome è ‘laurus nobilis’ o com è  più comunemente chiamata, la pianta d’alloro. Ma procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio in che modo l’alloro può apportare tutti questi benefici al nostro organismo e come utilizzarlo per prepararne il suo infuso. 

Come suggerisce il sito ilmondodelledonne.net, “le foglie di alloro sono ricche di principi attivi, tra cui eugenolo e limonene dalle proprietà antisettiche, antiossidanti e digestive, sali minerali (potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco e magnesio) e vitamine, in particolare acido folico, provitamina A benefica per la salute di occhi, pelle e mucose e vitamine del gruppo B, utili per il sistema nervoso, la pelle e il metabolismo. Inoltre contiene vitamina C, potente antiossidante, antinfiammatorio e disinfettante naturale, capace di stimolare il sistema immunitario e contrastare le infiammazioni e le degenerazioni cellulari”. Insomma, come si può facilmente intuire, si tratta di una pianta dalle mille virtù, ma come la si può consumare per trarne quanti più benefici possibile? 

A tal proposito, il miglior modo per farlo è preparandone un delizioso infuso a base delle sue foglie; quindi, tutto ciò che occorrerà far sarà mettere a bollire un pò d’acqua sul fuoco fino alla sua ebollizione, dopodiché si dovranno aggiungere alcune foglie di alloro, lasciando continuare l’ebollizione per almeno altri 5 minuti. Quindi, spegnendo il fuoco, bisognerà poi filtrare la miscela ottenuta aggiungendoci un po di succo di limone o qualsiasi dolcificante naturale, a proprio piacimento. La si dovrà bere ogni mattina a stomaco vuoto e ogni sera, prima di andare a dormire. Cosi facendo, in breve tempo si potranno già notare i primi miglioramenti nella propria salute: provare per credere!

Ma non solo per la salute del cuore, difatti, l’infuso all’alloro lo si può consumare anche per altri tipi di problemi, come nel caso dei dolori mestruali, dolori muscolari, nervosismo e infiammazioni del cavo orale. Anche per chi soffre di problemi digestivi questo infuso si rivela un vero toccasana: “l’alloro aiuta la digestione, allevia le coliche e il gonfiore addominale e aiuta l’espulsione dei gas intestinali, stimola l’appetito e prepara l’apparato gastrointestinale ad accogliere il cibo, facilitando la digestione” come riporta il sito sorgentenatura.it

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa vodka come segreto di bellezza
Articolo successivoTumore alle ovaie, ecco quali sono i sintomi da non trascurare