Macchie scure sui gomiti: come eliminarle con questi rimedi naturali

0
3637

Capita spesso che ci si ritrovi con delle macchie scure posizionate su entrambi i gomiti le quali, ovviamente, non risultano per nulla piacevoli a vedersi, tralasciando il fatto che sono solite arrecare anche fastidio e prurito. Il più delle volte queste si manifestano a causa di una carenza di vitamina A nell’organismo, di un’alimentazione non corretta o a seguiti di una scarsa idratazione, tuttavia, ciò di cui parleremo in questo articolo sarà come alleviarne il fastidio e sopratutto come schiarirle con alcuni rimedi naturali, i quali non solo sono in grado di rimuovere le macchie scure dai gomiti ma anche di conferire alla propria pelle un aspetto più pulito e più sano.  Ma procediamo con ordine e vediamo nel dettaglio di che si tratta e come funzionano. 

Dunque, come suggerisce il sito vivodibenessere.it, “il primo rimedio che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare il bicarbonato, in grado di attivare il processo di schiarimento della pelle, grazie alle sue proprietà sbiancanti. Inoltre, la sua leggera azione abrasiva, fa sì che possa essere utilizzare anche come un’esfoliante in grado di eliminare le cellule morte della pelle e tutte le impurità che tendono a scurirla. Prendete, quindi, un po’ di bicarbonato e mescolatelo in un po’ di acqua fino ad ottenere unasorta di pasta che potrete applicare sulla pelle. A questo punto, massaggiate il vostro gomito con il composto così ottenuto e lasciate agire per circa 5 minuti. Sfregate delicatamente, dopodiché risciacquate con acqua tiepida”. 

Cosi facendo e ripetendo tale procedimento per 2 o 3 volte a settimana, nel giro di poco tempo si potranno già notare i primi miglioramenti: provare per credere! Oppure, in alternativa al bicarbonato, vi è un altro prodotto naturale le cui proprietà schiarenti e sbiancanti si rivelano un toccasana in tali circostanze, ovvero il limone. Tutto ciò che occorrerà fare quindi sarà lavare accuratamente i propri gomiti per poi strofinarvi sopra una fettina di limone, eseguendo dei leggeri movimenti circolari. Andrà effettuato un ‘massaggio’ di almeno 10 minuti o comunque fino a quando la pelle non si asciuga da se, prima di risciacquare; il consiglio è quello di ripetere questo trattamento con il limone almeno 1 volta al giorno, tutti i giorni, fino a quando non si cominceranno a notare i primi cambiamenti. 

In fine, come riporta beauty.thewom.it, “anche il cetriolo ha delle note proprietà schiarenti, ma a differenza dei metodi precedenti, è consigliato in particolar modo per le pelli più sensibili, con tendenza ad irritarsi, in quanto è in grado di alleviare queste problematiche evitando qualsiasi formicolio o bruciore. Taglia delle fette di cetriolo e poggiale sui gomiti, per tenerle aderite procedi con un nastro attorno al braccio”. Anche della semplice pellicola può tornare utile per fissare le fette di cetriolo e farle aderire bene al gomito. Un’ultima chicca: nel caso il proprio problema sia dovuto ad una scarsa idratazione della pelle e ad un’eccessiva secchezza di questa, allora basterà applicare ai propri gomiti qualche goccia di olio d’oliva; le proprietà nutrienti e altamente idratanti dell’olio d’oliva, infatti, sono un vero e propio toccasana per la pelle, rivelandosi un valido aiuto soprattutto per ammorbidire la pelle dei gomiti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon succede al proprio corpo dopo aver applicato lo smalto
Articolo successivoOdore di sudore sui panni: ecco come eliminarlo una volta per tutte