Mai più mal di stomaco grazie ai rimedi della nonna

0
659

Capita a chiunque, prima o poi, di avvertire crampi e bruciore allo stomaco, accompagnati da una forte sensazione di gonfiore e pesantezza che si possono manifestare in maniera più o meno lieve. Nella maggior parte dei casi, il mal di stomaco è un disturbo passeggero che regredisce autonomamente, tuttavia, in altre circostanze può perdurare, specie se causato da allergie o intolleranze alimentari, quindi, è bene sapere che non è una cosa grave ma può peggiorare notevolmente la qualità della propria  vita. A tal proposito, ai fini di prevenirlo si possono certamente rispettare alcune buone abitudini, come ad esempio evitare il consumo eccessivo di alimenti acidi e/o cibi elaborati (fritti, caffè e alcolici), prediligendo invece il consumo di alimenti freschi come frutta e verdura e assumendo cibi ricchi di fibre: utili per scongiurare i rischi di stitichezza e meteorismo. 

Ad ogni modo, non sempre rispettare le regole della buona tavola può bastare, perciò, è bene sapere che esistono alcuni rimedi naturali che si tramandano di generazione in generazione, attraverso la saggezza popolare e che hanno trovato, negli anni, una loro evidenza scientifica. Ad esempio, mangiando pane secco o fette biscottate, si può contribuire ad alleviare i fastidi di uno stomaco in subbuglio; “il merito è proprio della loro ‘secchezza’ che asciuga l’acidità di troppo, spegnendo i bruciori e riempiendo quei tipici vuoti di stomaco che procurano un dolore crampiforme. Ma per funzionare devono essere consumati da soli, in piccole dosi e rigorosamente sconditi” come riportato sul sito starbene.it

Anche del semplice riso bianco, scondito e mangiato al piatto, è un efficace rimedio contro il mal di stomaco grazie all’amido contenuto in esso, il quale ha un’azione calmante sulla tensione della muscolatura gastrica. In alternativa, grazie alla loro capacità di contrastare l’iperacidità di stomaco assorbendo i succhi gastrici, le patate lesse si rivelano come un vero e proprio antidolorifico naturale, specie se il sintomo predominante del mal di stomaco è il bruciore; basterà solo ricordare di consumarle scondite e calde, senza esagerare con le porzioni. 

In fine, seppur può sembrare un rimedio banale, la camomilla è in realtà un vero portento in caso di mal di stomaco. A tal proposito, come suggerisce my-personaltrainer.it, “Il suo olio essenziale serve per rilassare la muscolatura dello stomaco; grazie a questa azione, detta antispastica, la camomilla dà sollievo da crampi e dolori addominali. L’abitudine di bere una tisana a base di camomilla molto concentrata è una buona prevenzione contro le ricadute della gastrite”.