Materasso: ecco come pulirlo dalle macchie e dai cattivi odori

0
2162

Diciamoci la verità, pulire un materasso a fondo è un compito arduo ed impegnativo, senza considerare il fatto che il più delle volte è praticamente impossibile ottenere i risultati sperati. Per quanto ci si possa impegnare, se non si conoscono i giusti ‘trucchetti’, il proprio materasso difficilmente tornerà come nuovo e allora tutto lo sforzo e la fatica fatti saranno vani. Ma esistono, per l’appunto, alcuni prodotti che si hanno sicuramente già in casa, i quali possono rivelarsi senz’altro utili per igienizzare e smacchiare i materassi e per mantenerli in perfette condizioni, facendo si che si possa risparmiare sia tempo che fatica. Di che si tratta? Scopriamolo insieme!

Come suggerisce il sito rimedio-naturale.it, “se hai un materasso non proprio nuovissimo e sono comparse delle macchie di umidità o sporcizia, puoi usare il bicarbonato di sodio per eliminarle. Mescola 1 parte di bicarbonato di sodio con 2 parti di acqua fredda. Applica sulla macchia del materasso e fai agire per 30 minuti. Rimuovi l’eccesso di soluzione dal materasso usando un panno umido e fai asciugare bene (preferibilmente alla luce del sole). Infine usa un aspirapolvere per eliminare tutti i residui di bicarbonato”. Anche l’aceto, esattamente come il bicarbonato, è un ottimo prodotto per pulire il proprio materasso; tutto ciò che occorrerà fare a tal proposito sarà inumidire un panno morbido con dell’acqua fredda e del sapone liquido, che andrà utilizzato poi per strofinare il materasso con una soluzione base di acqua calda e aceto bianco. Una volta strofinate le macchie con questa soluzione, si dovrà far asciugare il materasso all’aperto: l’aceto, grazie alle sue proprietà, aiuta ad evitare la formazione di muffa, germi e batteri, combattendo cosi i cattivi odori.

Ancora, anche l’acqua ossigenata, sopratutto nei casi di macchie di sangue e urina, è un ottimo rimedio per smacchiare i materassi; basterà semplicemente miscelarla con dell’acqua fredda e tamponarla direttamente sul tessuto macchiato, lasciandola agire per almeno 30 minuti. Oppure, in alternativa si può preparare una miscela composta da acqua, sapone liquido, aceto e succo di limone: “utilizzare prima acqua e sapone neutro e, per eliminare il cattivo odore, passare sulla macchia un panno imbevuto con aceto e limone. Fate asciugare sempre bene l’acqua, magari aiutandovi con un phon per evitare di rovinare il materasso” come riporta invece fanpage.it

In fine, nei casi di sporco e macchie ostinate, l’ultima soluzione (la più efficace di tutte) consiste nell’utilizzo del vapore, i quale non solo rimuove tutte le incrostazioni ma dona morbidezza e lucentezza al tessuto, facendolo apparire come nuovo. Dunque, occorrerà passare il bocchettone dell’elettrodomestico a vapore sul materasso per poi tamponare  la macchia con un panno, possibilmente in microfibra. Dopo aver fatto questo e dopo che lo si sarà pulito ed igienizzato, bisogna lasciare asciugare il proprio materasso alla luce del sole, così da evitare la formazione di muffe: provare per credere!