Per perdere peso tutto ciò che serve è un pizzico di pepe (lo dice la scienza)

0
8892

Con il suo aroma ‘pungente’ e deciso, il pepe nero è una spezia molto utilizzata in cucina per il fatto che dona gusto e personalità a moltissimi piatti ma, ciò che in molti non sanno, è che si tratta anche di un potentissimo brucia grassi naturale. Proprio cosi, difatti, il pepe nero, grazie ad una sostanza contenuta al suo interno e nota come ‘piperina’, stimola la secrezione dei succhi gastrici, migliorando la digestione e accelerando cosi il metabolismo. Ma in che modo questa spezia cosi nota è in grado effettivamente di farci perdere peso e sopratutto, in che modo bisogna assumerla? Procediamo con ordine e vediamo, nel dettaglio, in che modo sfruttare il pepe per smaltire i chili di troppo senza alcuna fatica. 

Come suggerisce il sito riza.it, un altro “effetto dimagrante del pepe nero è legato alla sua capacità di aumentare il calore corporeo e di attivare la termogenesi: potenzia quindi la demolizione dei grassi, aiuta il corpo a smaltire più calorie e migliora la digestione dei lipidi”. Perciò, una manciata di pepe nero sulle pietanza, prima di mangiarle, può in effetti aiutare a bruciare le tossine in eccesso e a controllare con più facilità lo stimolo della fame. Oppure, in alternativa, lo si può utilizzare anche per preparare un ottimo infuso dall’azione dimagrante: tutto ciò che occorrerà a tal proposito, saranno 2 cucchiai di pepe nero (in grani) e 2 fettine di zenzero fresco; portando ad ebollizione dell’acqua e lasciando in infusione per almeno 5 minuti il pepe, andrà successivamente aggiunto lo zenzero e lasciar riposare il tutto per altri 5 minuti circa, prima di consumare il decotto. 

Come riporta youfitness.it, “è stato calcolato in uno studio che il pepe nero aiuta a bruciare fino al 10% in più di calorie rispetto a un pasto che non lo contempla”, quindi, consumandolo regolarmente è in grado di agire anche contro il grasso adiposo che si forma sopratutto in parti del corpo molto ‘delicate’, come i glutei, la pancia e le cosce. Tuttavia, è bene tenere a mente che un suo abuso può comportare anche degli effetti collaterali che possono incidere anche sulla salute del cuore e sull’attività cerebrale, difatti, il pepe nero è a tutti gli effetti un forte eccitante naturale, sia fisico che mentale e specie se ingerito durante la cena, può causare insonnia. 

Ma come abbiamo accennato, il pepe nero oltre ad agire contro l’accumulo dei grassi è anche in grado di preservare e mantenere in salute il nostro cuore, grazie al fatto che agisce sull’ipercolesterolemia, sui trigliceridi e i lipidi in genere, svolgendo anche un ruolo ‘curativo’ oltre che estetico. Dunque, se le proprietà benefiche del pepe nero erano già note in tempi antichi e se ad oggi, alcune culture le sfruttano ancora, un motivo ci sarà: provare per credere!