Mai più peli incarniti, come sbarazzarsene con rimedi fai da te

0
1212

Sono uno dei tanti problemi delle donne e anche uno dei più fastidiosi. Ovviamente stiamo parlando dei peli incarniti, cioè quei peli, che non riescono a uscire in superficie e, restando sotto pelle, provocano la comparsa di antiestetiche bollicine. Di solito i peli incarniti si formano quando l’epilazione non viene fatta nel modo corretto: se il pelo viene tagliato e non tolto alla radice, si incarnisce. A volte i peli si incarniscono a causa delle cellule morte sullo strato superficiale della pelle che impediscono al pelo di uscire. I peli che si incarniscono più facilmente? Quelli dell’inguine, che sono più grossi e faticano di più a venire in superficie. Talvolta i peli incarniti possono degenerare e sfociare in un’infezione chiamata follicolite che no, non è affatto piacevole, anzi, è piuttosto dolorosa.

Possiamo fare qualcosa per evitare i peli incarniti o per risolvere il problema? Ma certo. Innanzitutto, ogni volta che ci facciamo la doccia, dovremmo massaggiare un guanto di crine sulla pelle umida. Con movimenti circolari facciamo dei massaggi piuttosto energici su tutto il corpo così da rimuovere le cellule morte, ammorbidire la pelle e facilitare la fuoriuscita dei peli. Continua a leggere dopo la foto


Oppure potremmo provare con un impacco caldo. Come? Immergiamo un panno in acqua molto calda e appoggiamolo sulla zona dove ci sono i peli incarniti. Lasciamo in posa una decina di minuti e poi togliamolo. Per risultati più rapidi, il procedimento andrebbe ripetuto due volte al giorno per almeno una settimana (ma anche meno se vedete che i peli vengono in superficie).

Anche nel caso dei peli incarniti il bicarbonato di sodio può venire in nostro aiuto. Mescola due cucchiaini di bicarbonato con un po’ di acqua fino a ottenere una pasta che andrà applicata sui peli incarniti. Strofina delicatamente, lascia in posa qualche minuto e sciacqua con acqua tiepida. In una settimana la vostra pelle cambierà completamente e i peli intrappolati saranno finalmente liberi.

Perfetto per risolvere il problema dei peli incarniti è lo scrub con acqua e sale. Continua a leggere dopo la foto

Serve un cucchiaio di sale grosso, un bicchiere di acqua e un cucchiaio di olio di cocco (o anche di olio di oliva, se hai la pelle molto secca). Mescola gli ingredienti fin quando non otterrai un composto omogeneo che andrà strofinato direttamente sulla pelle. I granelli presenti nel vostro scrub aiuteranno i peli a venire in superficie, in più beneficerete del potere disinfettante del sale che eviterà la comparsa di infezioni. Dopo il massaggio, lasciate in posa lo scrub 5 minuti prima di risciacquare.

Per i peli incarniti dell’inguine, poi, puoi provare la camomilla. Lenitiva e antinfiammatoria va applicata direttamente sulla zona da trattare per aprire i pori. Basta preparare una normale tazza di camomilla lasciando in infusione due bustine per dieci minuti. Continua a leggere dopo la foto


Quando la vostra camomilla sarà tiepida, frizionatela sui peli incarniti usando del cotone, un panno o un asciugamano. Ripetete l’operazione due volte al giorno per almeno cinque giorni o fin quando i peli non saranno usciti.

Per sbarazzarvi dei peli incarniti potete preparare in casa uno scrub a base di zucchero, olio di oliva e succo di limone. Mescolate gli ingredienti e massaggiate con movimenti circolari il preparato su tutto il corpo, insistendo sulle zone dove ci sono più peli incarniti. Lasciate agire 10 minuti e risciacquate. Con questo scrub pazzesco, oltre a liberare i peli incarniti, renderete la vostra pelle liscia come la seta e morbidissima. A prova di carezze… Che non bastano mai, non trovate?

Unghie incarnite, risolvere il problema con il limone. Il rimedio infallibile della nonna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here